Sembra che Palm non stia facendo nulla di buono, almeno se sei uno che desidera un certo tipo di sicurezza e privacy quando svolgi la tua agenda quotidiana. Oggi, lo sviluppatore Joey Hess ha fatto un po’ di ricerche all’interno del codice WebOS che trasmette le informazioni a Palm, cercando di scoprire cosa esattamente Palm ha individuato da queste informazioni e cosa ha scoperto non è così promettente.

Sembra che Palm estragga almeno queste informazioni ogni giorno dal tuo telefono:

  • La tua posizione
  • Quali app hai utilizzato e per quanto tempo
  • Il registro degli arresti anomali dell’app
  • Quali app hai mai installato

Ci sono alcune cose che non sembrano essere così sorprendenti, o addirittura scioccanti. In realtà, quando si tratta di farlo, lasciare che Palm veda il registro degli arresti anomali o quali app hai utilizzato e per quanto tempo, può portare a ottimi risultati. Se Palm è in grado di determinare quali app si bloccano di più, può risolvere questi problemi più velocemente. Se Palm può vedere le principali app utilizzate e per quanto tempo vengono utilizzate, può creare app diverse che possono espandere quella particolare funzionalità.

Tuttavia, è la raccolta della posizione che può causare la pausa di alcune persone. Sì, alcune di queste informazioni vengono utilizzate per far funzionare Synergy in generale, ma per la maggior parte non è necessario che la loro posizione sia sempre nota da qualche computer da qualche parte. Naturalmente, Palm ha un’ampia politica sulla privacy e le sue condizioni d’uso sottolineano persino il fatto che se accetti, non puoi arrabbiarti se estrae queste informazioni dal tuo telefono. Lo sviluppatore, Hess, prosegue affermando che esiste un modo relativamente semplice per interrompere del tutto la funzionalità, ma ciò richiede l’accesso a Linux e potrebbe persino disabilitare le funzioni di routine di WebOS, quindi segui a tuo rischio.

[Update]Eric Zeman, a PhoneScoop, ha contattato Palm e li ha convinti a rispondere alle discutibili buffonate. Palm ha risposto con:

“Palm prende molto sul serio la privacy e offre agli utenti modi per attivare e disattivare i servizi di raccolta dati. La nostra politica sulla privacy è come molte politiche del settore e include un linguaggio molto dettagliato sui potenziali scenari in cui potremmo utilizzare le informazioni di un cliente, il tutto con l’obiettivo di offrire un’esperienza utente eccezionale. Ad esempio, quando vengono utilizzati servizi basati sulla posizione, raccogliamo le loro informazioni per fornire loro risultati locali pertinenti in Google Maps. Apprezziamo la fiducia che gli utenti ci danno con le loro informazioni e non abbiamo intenzione di violare tale fiducia”.

Nella prima riga, Palm afferma che offrono agli utenti modi per disattivare i servizi di raccolta dati se lo ritengono opportuno, ma non hanno approfondito questo aspetto o il motivo per cui hanno bisogno di raccogliere i dati delle applicazioni. Ma, come accennato in primo luogo, i dati dell’applicazione hanno senso. Vedremo come si svilupperà, per vedere se Palm entra in qualche (maggiore) dettaglio.

[via PreCentral; update via PhoneScoop]

Leave a Reply