La battaglia tra gli assistenti AI e i loro dispositivi è iniziata. Al CES 2018, gran parte dell’elettronica di consumo ruotava o, per lo meno, supportava Amazon Alexa o Google Assistant. A volte anche entrambi. Mentre la competizione, per non parlare della cattiveria, tra i due si riscalda, così fa l’espansione sui mercati globali. Sulla scia del CES, Amazon sta finalmente rendendo disponibile nel Regno Unito uno dei suoi ultimi e più strani prodotti, l’Echo Spot.

Il modo migliore per descrivere l’Echo Spot è che è una sveglia Alexa. Infatti, è progettato per essere messo su comodini e quant’altro. Detto questo, considerando che ha una fotocamera, destinata alle chat video, alcune persone sono meno entusiaste di metterne una nella seconda stanza più privata della casa.

Naturalmente, l’Echo Spot è pensato per essere più di un semplice strumento di spionaggio (scherzi a parte, lo è. O almeno non dovrebbe essere). Può darti il ​​tempo a colpo d’occhio, alcuni frammenti di notizie e forse anche video non YouTube. Fondamentalmente tutto ciò che puoi mostrare in un Echo Show, limitato solo dal suo schermo più piccolo e circolare.

Lo Spot ti consente anche di controllare tutta la tua casa. A condizione, ovviamente, di avere un esercito di dispositivi collegati da Ring, Philips Hue, TP-Link, Netatmo, SmartThings e Tado, solo per citarne alcuni. È anche un hub di intrattenimento, in realtà un lettore musicale, da solo o con un altro altoparlante, tramite Bluetooth o jack per cuffie da 3,5 mm.

In altre parole, Amazon Echo Spot è per coloro che desiderano un Echo Show ma non hanno né lo spazio né i fondi per uno. O per chi desidera un Echo Dot con schermo. A 119,99 GBP, l’Echo Spot potrebbe essere un vero affare. I preordini iniziano ora, con la spedizione prevista per il 24 gennaio.

FONTE: Amazon

Cronologia della storia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *