Android Wear non è ancora morto, anche se non li vedi più sul Google Store. Ma, ammettiamolo, non è esattamente la cosa più in voga nei dispositivi mobili in questo momento, anche se nemmeno gli smartwatch in generale. E mentre lo sviluppo della piattaforma continua, come visto dall’ultima beta basata su Oreo, il lancio delle funzionalità non è stato esattamente veloce e frequente. Ciò, tuttavia, potrebbe cambiare presto, poiché Google inizierà a fornire nuove funzionalità agli smartwatch tramite l’app Android Wear sul Google Play Store.

Android ha un problema di frammentazione, questo è un dato di fatto. Fortunatamente, questo non ha ancora infettato Android Wear o Android TV, soprattutto perché non c’è ancora molta variazione nelle implementazioni. Nonostante ciò, Android Wear soffre ancora della lentezza degli aggiornamenti che affliggono la versione principale dello smartphone.

Ciò è dovuto principalmente al fatto che Google raggruppa le funzionalità negli aggiornamenti OTA, indipendentemente dal fatto che ciò abbia senso. Gli aggiornamenti OTA, in particolare quelli tra le versioni principali, sono sottoposti a un lungo processo di test. Inoltre, di solito sono grandi. Questo potrebbe essere eccessivo per le funzionalità più piccole che possono essere implementate in modo indipendente e più frequentemente. A quanto pare, Google ha già in programma una cosa del genere per la sua app Android Wear.

Quindi, a partire da Android Wear 2.0, le nuove funzionalità verranno invece incluse nell’app Play Store. Quando le app Android Wear sull’orologio vengono aggiornate, possono includere anche nuove funzionalità più piccole. In effetti, l’aggiornamento dell’app della scorsa settimana includeva già funzionalità come:

Supporto per app di chat di terze parti in Contatti
Ridurre l’ingresso accidentale nel selettore del quadrante dell’orologio
Migliora la rilevabilità del Play Store per i nuovi utenti
Altre funzionalità e correzioni di bug

Naturalmente, solo perché possono non significa esattamente che lo faranno. Significa solo che non hanno più una scusa per non farlo. Resta ancora da vedere se ciò contribuirà a rendere Android Wear una piattaforma più interessante e, in definitiva, più redditizia su cui sviluppare.

FONTE: +Hoi Lam

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *