A nessuno piace essere intercettato, specialmente da persone che non conoscono. Non si tratta proprio del contenuto della conversazione, ma piuttosto della semplice privacy di base. Ora FaceTime di Apple aveva un bug che consentiva a terzi di intercettare le conversazioni se sapevano come farlo, ma la buona notizia è che è stato corretto.

Apple ha recentemente rilasciato un aggiornamento di sicurezza che riguarderà FaceTime su entrambe le piattaforme iOS e OS X. Nel caso in cui ne sentissi parlare per la prima volta, c’era una vulnerabilità che consentiva a qualcuno in una posizione di rete privilegiata di forzare la trasmissione audio da una chiamata FaceTime.

Il difetto è stato originariamente segnalato ad Apple dal ricercatore Martin Vigo e, dato che finora non abbiamo sentito nulla al riguardo, ci sono buone probabilità che nessuno abbia ancora avuto l’opportunità di sfruttare la vulnerabilità, quindi per fortuna è stato affrontato prima che accadesse qualcosa di grave.

Non sorprende che Apple non si tuffi nei dettagli sulla vulnerabilità, presumibilmente non vogliono che gli hacker siano “ispirati” da essa, ma in ogni caso dovrebbe essere risolto, quindi tieni d’occhio quegli aggiornamenti di sicurezza se lo desideri assicurati che le tue chiamate FaceTime rimangano private.

Leave a Reply