La prima casa automobilistica a lavorare con il processore di infotainment automobilistico Jacinto 5 di Texas Instruments è stata annunciata oggi come Audi con niente meno che il loro sistema MIB High. Questa collaborazione avrà in mente potenza, elaborazione del segnale in tempo reale e flessibilità, pur lavorando con l’integrazione di una “ricca collezione” di opzioni di connettività automobilistica e periferiche a bizzeffe.

Questa collaborazione vedrà i sistemi di High infotainment di Audi che introdurranno l’unità di applicazioni multimediali (MMX) con flare, rendendo qui la loro radio integrata e l’unità di controllo della scheda (RCC) una realtà con TI sotto il cofano. La parte Audi di questa equazione ha debuttato con l’Audi A3 del 2012 un veicolo con una serie di interfacce ricche di funzionalità e una radio digitale vivida e un’azione audio dall’alto verso il basso.

Il contributo di Texas Instruments è il Jacinto 5 (C6000), una fusione di elaborazione con un favoloso core ARM Cortex A8 integrato per la gestione di middleware, driver e stack di applicazioni. Questa unità funziona anche con un processore di segnale digitale (DSP) per l’alimentazione di audio, radio e attività automobilistiche di basso livello. Questo chip non è solo potente, ma anche conveniente, questo ti consente di permetterti un veicolo che porta l’elaborazione di livello successivo nel reparto informatico senza spendere troppo.

Questa unità è inoltre progettata specificamente per essere a prova di futuro con un approccio modulare, che offre la flessibilità di integrare a piacimento le future funzionalità richieste dai consumatori nell’unità MMX. Matthew Watson, responsabile della linea di prodotti, audio e infotainment di Texas Instruments, ha dichiarato quanto segue sulla configurazione:

“La collaborazione tra TI e Audi檚 ha prodotto un sistema di infotainment automobilistico davvero fondamentale. La nostra architettura di elaborazione Jacinto 5 scalabile consente ad Audi di dotare i consumatori di capacità all’avanguardia, senza un investimento in ricerca e sviluppo continuo per caratteristiche automobilistiche stabili. La ricca multimedialità, l’elevata integrazione e il ciclo di vita esteso del MIB High System manterranno i conducenti e i passeggeri intrattenuti, informati e connessi a lungo termine”. – Watson

Queste sono tutte notizie favolose non solo per Audi e la loro futuristica gamma automobilistica, ma anche per Texas Instruments: dai un’occhiata alla timeline qui sotto per vedere alcune altre notizie recenti di Texas Instruments per tracciare il loro percorso verso Audi per il prossimo futuro!

Cronologia della storia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *