Sono abbastanza sicuro che ci siamo più o meno imbattuti in vari casi di persone ferite e persino fulminate a morte mentre parlavano sui loro telefoni in carica, sia a causa di una batteria difettosa che è esplosa, sia che il caricabatterie utilizzato non sia un accessorio ufficialmente riconosciuto . Detto questo, uno dei principali cani da guardia dei consumatori australiani si è unito alla polizia per avvertire la gente là fuori di caricabatterie USB difettosi che potrebbero essere fatali, questo dopo che uno di questi caricabatterie è stato citato per avere un ruolo nell’uccisione di una donna che proveniva da Sydney, Australia.

La morte della donna di Sydney è stata attribuita a un caricatore USB difettoso, dove alla fine è stata trovata con il suo paio di cuffie ancora indossate mentre teneva il suo laptop, con “ustioni alle orecchie e al petto, in un’apparente elettrocuzione”.

Questo è stato seguito da investigatori che si sono diretti verso un negozio di accessori mobili nel sud-ovest di Sydney, dove hanno rimosso un mucchio di “caricabatterie stile USB, adattatori da viaggio e schede di alimentazione non approvati e non conformi”. Tali prodotti non presentavano i necessari contrassegni di approvazione e nemmeno arrivavano con l’isolamento richiesto sui pin di ricarica che sono obbligatori secondo gli standard australiani. Sai cosa dicono: meglio prevenire che curare.

Leave a Reply