scossa pomeridiana

Un altro giorno. Un altro seguito di Fizz.

Questa volta dalPuget Sound Business Journal. Hanno preso il nostro articolo Fizz sul tentativo contorto del candidato repubblicano al Congresso degli Stati Uniti Pedro Celis nel dibattito di ieri con l’ex rappresentante degli Stati Uniti Suzan DelBene (D-WA,1) per sostenere la parità di retribuzione per le donne in Microsoft.

Al dibattito, Celis gravitava su un tropo sessista: le donne non sono “nerd” come gli uomini, ha detto, e questo è il motivo per cui Microsoft dovrebbe apprezzare le migliori capacità di “comunicazione” delle donne e promuoverle per questo.

Il rivista ha chiesto alla campagna di Celis dello strano commento, e il suo portavoce ha raddoppiato.

Dal PSBJ questo pomeriggio:

Il portavoce di Celis, Gary Delany, ha dichiarato giovedì che il candidato sostiene la parità di retribuzione per lo stesso lavoro e che Celis crede che “è nell’interesse di Microsoft avere sia donne che uomini in posizioni di alto livello”.

“Le donne hanno migliori capacità comunicative e sono meno nerd degli uomini e per questo motivo Microsoft dovrebbe promuovere le donne per avere l’ambiente di lavoro più produttivo ed efficace”, ha affermato.

“Nerdy” nel mondo della tecnologia, ovviamente, significa savant smart mentre migliori capacità di “comunicazione” significa che le donne sono sociali, e quindi non nascoste a scrivere codice che cambia il gioco (per fare soldi).

“Non vedo la necessità di differenziare.”-US Rep. DelBene

Alla domanda sulla prescrizione di Celis a Microsoft di assumere sia uomini “nerd” che donne esperte di “comunicazione”, DelBene ha detto a Jolt: “Abbiamo donne altamente qualificate dal punto di vista tecnico e non vedo la necessità di differenziare [between men and women] qui. Dovremmo avere la stessa paga per lo stesso lavoro. Abbiamo donne altamente qualificate dal punto di vista tecnico e dovrebbero avere pari accesso e opportunità”.

Leave a Reply