La futura casa di Chicha.

Immagine: Dylan + Jeni / London Plane

Matt Dillon afferma che l’ex casa di Little London Plane assumerà presto una nuova identità come Chicha, una taverna latina. È una sorta di spin-off di Copal, la taqueria in Occidental Ave.

Taber Turpin, lo chef che convince con fantasiose combinazioni di taco dalla cucina interamente a legna di Copal, farà anche il cibo a Chicha; Erin Counts, che gestisce il front-of-house al Copal, farà lo stesso qui.

Quando Dillon descrive questo nuovo locale come un bar, non è il codice per un ristorante con cocktail. “Avrà solo un po’ di cibo”, dice. “Un posto rilassante per il quartiere con alcune opzioni economiche e molte diverse birre latinoamericane.” Proprio come in Copal, il suo ruolo è quello di partner per lo più silenzioso.

Per quanto limitate possano essere le opzioni alimentari, le opzioni che Turpin sta attualmente finalizzando suonano terribilmente allettanti: sikil pak (un seme di zucca diffuso con radici nello Yucatan), escabeche di verdure, la carne essiccata brasiliana nota come carne seca, prodotta in casa. Più alcuni oggetti più grandi come un cubano, dice, e alcuni tamales. No, niente tacos qui, è roba di Copal.

Il nome si riferisce in vario modo a una bevanda di mais fermentato, uno stile di musica cumbia latinoamericana e, a volte, anche un simbolo attorno al quale le nazioni andine intessono conversazioni sull’identità culturale. Dillon è arrivato per la prima volta al termine attraverso la musica: “è così felice e divertente”.

Un altro partner, Eric Fisher, sta completando l’edificio dello spazio, che è già dotato di enormi finestre, soffitti alti e il fascino intrinseco di un edificio in mattoni del 1900 nel quartiere più antico della città. Dillon dice che stanno solo aspettando l’importantissima licenza per i liquori. “Siamo pronti, ci lavoriamo da mesi”.

Leave a Reply