Il GPIO è il modo in cui il Raspberry Pi parla al mondo esterno. Usa il codice per programmare i segnali e le tensioni da e verso l’intestazione a 40 pin. La codifica con il GPIO è ragionevolmente semplice, specialmente per progetti per principianti come LED e cicalini. Con un paio di componenti e poche righe di codice, puoi accendere o far lampeggiare un LED come parte del tuo progetto.

Questo tutorial mostra ciò di cui hai bisogno per accendere un LED utilizzando il codice Python sul tuo Raspberry Pi utilizzando il tradizionale metodo RPi.GPIO.

Cosa ti serve per iniziare il progetto

Per avviare il progetto, iniziare con l’elenco di elementi di seguito. Dovresti essere in grado di trovare questi articoli nel tuo negozio di produttori preferito o nei siti di aste online.

  • Una workstation Raspberry Pi con l’ultima versione di Raspbian (Pi, schermo, tastiera, mouse, alimentazione e scheda SD)
  • Una piccola breadboard
  • Un LED da 5 mm
  • Un resistore da 330 ohm
  • Due ponticelli maschio-femmina

Crea il circuito

Utilizzerai due pin GPIO per questo progetto:

  • Un pin di terra (pin fisico 39) per la gamba di terra del LED.
  • Un pin GPIO generico (GPIO 21, pin fisico 40) per alimentare il LED, ma solo quando lo decidi tu, quale è il punto in cui entra in gioco il codice.

  1. Spegni il Raspberry Pi.

  2. Utilizzare i cavi dei ponticelli per collegare il pin di terra a una corsia sulla breadboard.

  3. Fai lo stesso per il pin GPIO, ma collegalo a una corsia diversa.

Aggiungi il LED al circuito

Quindi, aggiungi il LED e la resistenza al circuito. I LED hanno polarità, il che significa che i LED devono essere cablati in un certo modo. I LED di solito hanno una gamba più lunga, che è la gamba dell’anodo (positiva) e un bordo piatto sulla testa di plastica del LED, che denota la gamba del catodo (negativo).

Un resistore protegge il LED dal ricevere troppa corrente e il pin GPIO dal dare troppa. Questo potrebbe danneggiare entrambi.

C’è un po’ di una resistenza generica per i LED standard: 330 ohm. C’è un po’ di matematica dietro a questo, ma per ora concentrati sul progetto. Puoi sempre esaminare la legge di Ohm e gli argomenti correlati in seguito.

  1. Collega una gamba del resistore alla corsia GND sulla breadboard e l’altra gamba della resistenza alla corsia collegata alla gamba più corta del LED.

  2. Unisci la gamba più lunga del LED alla corsia collegata al pin GPIO.

Crea il codice GPIO Python (RPi.GPIO)

In questo momento, hai un circuito cablato e pronto per l’uso, ma non hai detto al pin GPIO di inviare energia. Quindi, il LED non dovrebbe essere acceso.

Il prossimo passo è creare un file Python per dire al pin GPIO di inviare alimentazione per cinque secondi, quindi fermarsi. L’ultima versione di Raspbian ha le librerie GPIO necessarie installate.

  1. Apri una finestra di terminale e crea un nuovo script Python inserendo i seguenti comandi:

    touch led.py
    chmod +x led.py
    nano led.py

  2. Questo apre un file vuoto in cui inserirai il codice. Inserisci le righe sottostanti:

    #! /usr/bin/python

    # Import the libraries we need
    import RPi.GPIO as GPIO
    import time

    # Set the GPIO mode
    GPIO.setmode(GPIO.BCM)

    # Set the LED GPIO number
    LED = 21

    # Set the LED GPIO pin as an output
    GPIO.setup(LED,GPIO.OUT)

    # Turn the GPIO pin on
    GPIO.output(LED,True)

    # Wait 5 seconds
    time.sleep(5)

    # Turn the GPIO pin off
    GPIO.output(LED,False)

  3. premere Ctrl+X per salvare il file. Per eseguire il file, inserisci il seguente comando nel terminale e premi accedere:

    python led.py

  4. Il LED dovrebbe accendersi per cinque secondi, quindi spegnersi, terminando il programma.

Leave a Reply