Punti chiave

  • La tecnologia guidata dall’intelligenza artificiale viene sempre più utilizzata per monitorare gli anziani isolati a casa.
  • La tecnologia di monitoraggio remoto può prevedere problemi di salute e garantire che gli anziani ricevano le cure di cui hanno bisogno.
  • Alcuni esperti affermano che la tecnologia potrebbe essere utilizzata in modo improprio per sostituire le cure umane.

FatCamera / Getty Images

La tecnologia dell’intelligenza artificiale (AI) sta aiutando a tenere traccia degli anziani, ma alcuni esperti esprimono preoccupazione sul fatto che i computer possano eventualmente sostituire le cure umane.

CarePredict, un tipo di smartwatch, può tenere traccia di ciò che sta facendo qualcuno analizzando i suoi gesti. Un caregiver può essere avvisato se qualcuno non sta mangiando, per esempio. I robot di cura possono anche aiutare le famiglie a comunicare con i parenti anziani.

“Ma non dovremmo davvero diventare dipendenti dai robot di cura o credere che stiano facendo un lavoro equivalente a un essere umano”, ha detto in una e-mail Brian Patrick Green, direttore dell’etica tecnologica presso il Markkula Center for Applied Ethics presso la Santa Clara University. colloquio.

“I nostri anziani meritano di ricevere tutte le cure umane che tutte le persone meritano, indipendentemente dalla fase della vita in cui si trovano. Una buona assistenza umana è la cosa migliore nel contesto delle relazioni di cura. Questo è ciò che gli anziani hanno meritato in tutta la storia, e se lo meritano ancora adesso”.

La carenza di manodopera guida la crescita dell’IA

Un numero crescente di aziende utilizza la tecnologia per monitorare e aiutare gli anziani. Fa parte di una tendenza a sostituire il lavoro con una combinazione di dispositivi di monitoraggio e dispositivi robotici in molti settori, ha detto in un’intervista via e-mail Eric Rosenblum, socio amministratore di Tsingyuan Ventures, un’azienda che investe in startup che si concentrano sull’intelligenza artificiale.

“L’assistenza agli anziani sarà una parte importante di questa tendenza: il mercato dell’assistenza agli anziani è estremamente ad alta intensità di lavoro con eserciti di lavoratori a basso salario e ad alta intensità di dati poiché i pazienti vengono costantemente misurati e sondati”, ha aggiunto. “C’è una spinta per installare software e sistemi robotici per sostituire una parte del lavoro”.

“L’interazione umana è particolarmente importante per gli anziani che non hanno altre opportunità di interagire con altre persone”.

Molte nuove tecnologie mirano a stabilire un sistema di allerta precoce che avverta dei potenziali pericoli per le persone anziane, ha affermato Rosenblum.

“Molti costi del sistema sanitario si verificano perché i piccoli problemi non vengono rilevati in anticipo”, ha aggiunto. “Il piccolo problema diventa un grande problema che richiede una visita al pronto soccorso o una procedura altamente invasiva. L’obiettivo di molti sistemi di intelligenza artificiale è quello di eseguire una migliore analisi dei dati per agire come un sistema di allerta precoce per rilevare e trattare rapidamente i problemi. “

In futuro, una tecnologia di rete più veloce potrebbe consentire modi più sofisticati per monitorare gli anziani a casa. La rete 10G proposta potrebbe aiutare i medici a monitorare i pazienti da qualsiasi luogo in tempo reale, “dando alle persone, compresi gli anziani, la tranquillità di vivere una vita più sana”, secondo una dichiarazione di The Internet & Television Association, un’industria gruppo che sostiene 10G.

Un assistente virtuale

La società MyndYou offre un assistente di assistenza virtuale basato sull’intelligenza artificiale chiamato MyEleanor.

Le soluzioni tecnologiche basate sull’intelligenza artificiale stanno aiutando a monitorare molti anziani a casa, quindi a valutare e dare priorità alla sensibilizzazione e al follow-up da parte dei responsabili dell’assistenza dedicati, ha affermato Ruth Poliakine Baruchi, fondatrice e CEO di MyndYou, in un’intervista via e-mail.

PixelEffect / Getty Images

“C’è un numero crescente di dispositivi domestici e indossabili che monitorano e forniscono feedback in tempo reale sullo stato di salute di un individuo”, ha aggiunto Baruchi. “Aggiungendo un punto di contatto automatizzato ma personalizzato e regolare, abbiamo una capacità quasi illimitata di rispondere alla crescente domanda di mantenere i nostri anziani sani e felici nelle loro case”.

Baruchi ha detto che in un mondo ideale, i figli ei nipoti degli anziani li avrebbero controllati quotidianamente. “Ma questo ideale è lontano dalla realtà in molti casi”, ha aggiunto.

Anche se gli anziani sanno che stanno parlando con un bot interattivo e automatizzato, sanno anche che c’è un responsabile dell’assistenza dietro le quinte che può rispondere rapidamente a qualsiasi preoccupazione sollevata, ha detto Baruchi. “Questo fornisce un senso di cura e conforto agli anziani che ne hanno bisogno”, ha aggiunto.

I robot guidati dall’intelligenza artificiale come MyEleanor possono aiutare a fornire una migliore analisi dei dati che può migliorare la qualità della vita dei pazienti riducendo i costi medici, ha affermato Rosenblum.

“Il contro è che potrebbe esserci meno interazione umana ed esperta”, ha aggiunto. “Poiché ci rivolgiamo ai sistemi di analisi dei dati, alla visione artificiale e alla robotica, sarà a spese degli esseri umani che controllano regolarmente i pazienti. L’interazione umana è particolarmente importante per gli anziani che non hanno altre opportunità di interagire con altre persone”.

Leave a Reply