Shutterstock

Le insalate e le verdure semplici o verdi a volte possono diventare un po’ tiepide e monotone. Un antidoto perfetto per quando quella noia si posa sulla tua tavola? Radicchio. La verdura dal sapore brillante, leggermente amara e super colorata è superba, cruda o cotta, ed è incredibilmente versatile. Non sei sicuro di cosa sia esattamente il radicchio? Non preoccuparti, sei arrivato nel posto giusto.

Detto semplicemente: il radicchio è carino. Pronunciato “ruh-DEE-key-oh” secondo Cibo52, è tecnicamente un membro della famiglia della cicoria e assomiglia a una sorta di cavolo rossastro, o a qualche tipo di indivia magenta e troppo cresciuta. Secondo Abete Mangia, è coltivato principalmente in Italia e negli Stati Uniti. Fa anche parte della famiglia dei girasoli, che ci crediate o no, secondo Cibo52.

È eccellente come sostituto della lattuga blase in un’insalata, una fantastica alternativa al contorno di verdure, fantastica come condimento per pizza e molto altro ancora. È ottimo anche con pasta e risotti. Se consumata cruda, la sua croccantezza conferisce una meravigliosa componente materica a qualsiasi insalata. Si abbina magnificamente anche con ingredienti dolci o cremosi, come formaggio di capra o uvetta dorata, e può essere utilizzato anche in dessert o bevande. Mangiato crudo, le sue note amare possono essere un po’ opprimenti, ma si addolcisce magnificamente una volta cotto. Resiste molto bene anche alla carne, ed è ottimo abbinato alla salsiccia. È fantastico anche alla griglia.

Perché dovrei mangiare più radicchio?

RadiccchioShutterstock

Abete Mangia afferma che di solito è disponibile tutto l’anno, ma è meglio durante i mesi più freddi. Mangiare bene osserva che più grande è la testa, più amaro, quindi potrebbe essere saggio evitare qualsiasi radicchio più grande se hai intenzione di usarlo per una preparazione cruda. La varietà più diffusa è la Chioggia, ma è apprezzata anche quella trevigiana, che è tipicamente una pianta dall’aspetto più allungato, secondo Abete Mangia.

Gusto osserva che Marcella Hazan in realtà si riferiva al radicchio come “il più magnifico ortaggio” nel suo libro del 1997 Marcella Cucina, ma l’America è stata un po’ lenta nell’aumento quando si tratta di riscaldare l’adorabile verdura. È anche un sapore più roboante, che forse non era così desiderato 25 anni fa come lo è ora. Cosa sta cucinando l’America? cere poetiche sulla verdura rubino: “indossando vesti regali di marrone e crema, il radicchio regna sovrano tra le verdure tradizionali italiane”. Dal punto di vista nutrizionale,Abete Mangia afferma che è “a basso contenuto di calorie e grassi e ricco di vitamina K”. Condivisione del cibo del contadino rileva inoltre che contiene lattucopicrina, manganese, rame, ferro, zinco e potassio, nonché molti gruppi vitaminici del complesso B.

Quindi la prossima volta che non sei sicuro di cosa mescolare nella tua pasta o cosa usare in un’insalata condita, rinuncia al verde. Pensa al radicchio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *