DARPA afferma che il suo Gremlins Air Vehicle X-61A ha superato “splendidamente” il suo secondo round di test, aprendo la strada ai test di recupero aereo programmati per la fine dell’anno. Il secondo test di volo si è svolto presso l’US Army Dugway Proving Ground nello Utah e ha comportato una serie di dimostrazioni, tra cui il mantenimento e il rendez-vous della stazione di formazione autonoma, il test del suo sistema di recupero e altro ancora.

Il programma Gremlins della DARPA lavora allo sviluppo dei Gremlin Air Vehicles, che sono sistemi aerei senza equipaggio che, ad un certo punto in futuro, potranno essere lanciati come gruppi da diversi tipi di aerei militari.

L’idea è che i droni UAS esploreranno le regioni di interesse mentre l’aereo militare con equipaggio starà più lontano, oltre il raggio d’azione che le difese avversarie possono rilevare. Nel caso delle sue dimostrazioni, DARPA afferma che il suo programma Gremlins utilizza un C-130 come piattaforma dimostrativa per questi droni.

Tuttavia, potrebbero essere utilizzate anche altre piattaforme, con DARPA che osserva che i Gremlins sono compatibili con molti sistemi e trasporti, inoltre possono essere facilmente modificati. Il primo test del Gremlins UAS si è svolto a novembre 2019, seguito da questi secondi test, avvenuti il ​​mese scorso.

Scott Wierzbanowski, responsabile del programma DARPA Tactical Technology Office, ha spiegato:

Il velivolo si è comportato magnificamente dal lancio alle modalità di missione e la coerenza tra i test di volo di novembre e luglio aumenta la fiducia nell’X-61A. Tuttavia, abbiamo deciso di ritardare il primo tentativo di recupero dell’aria e concentrarci invece sulle attività chiave di riduzione del rischio per garantire meglio un test di recupero dell’aria senza intoppi entro la fine dell’anno.

Cronologia della storia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *