Se pensavi che Pro Display XDR di Apple fosse entusiasmante, preparati per DisplayPort 2.0 per inaugurare un’intera generazione di schermi 8K e oltre. Appena pubblicato da VESA, l’associazione di standard responsabile della definizione della connessione, DisplayPort 2.0 porta con sé un aumento di tre volte delle prestazioni della larghezza di banda dei dati.

Quel tubo più grasso è vitale per i display a risoluzione più elevata, per non parlare dei frame rate più elevati. È passato molto tempo anche in termini di industria tecnologica. L’ultima volta che lo standard DisplayPort ha avuto un aggiornamento significativo è stato all’inizio del 2016, con DisplayPort 1.4a.

DisplayPort 2.0 sarà retrocompatibile con DP 1.4a, come previsto, e include il supporto per funzionalità come Display Stream Compression (DSC) con Forward Error Correction (FEC) e trasporto di metadati HDR. Tuttavia, a causa dell’enorme aumento della larghezza di banda, significa che DP 2.0 può supportare la risoluzione 8K (7680 x 4320) con un aggiornamento di 60 Hz. Ciò include la risoluzione 4:4:4 a colori e 30 bit per pixel per il supporto HDR-10.

La larghezza di banda sale fino a 20 Gbps/lane, per un carico utile massimo di 77,37 Gbps. C’è anche la codifica del canale 128b/132b, rispetto all’8b/10b di DP 1.4a.

Qual è la risoluzione massima supportata da DisplayPort 2.0?

8K potrebbe essere la caratteristica principale, ma DisplayPort 2.0 in realtà va molto più in alto di così, se si dispone dell’hardware giusto. Con un’unica configurazione del display, puoi alimentare fino a un display 16K a 60 Hz e 30 bpp 4:4:4 HDR (con DSC). Questa è un’enorme risoluzione di 15.360 x 8.460.

Se vuoi eliminare la compressione, nel frattempo, un singolo cavo DisplayPort 2.0 può supportare un display fino a 10K (10.240 x 4.320), sempre a 60 Hz. Questo è con 24 bpp :4:4:4 e nessuna compressione.

Quanti monitor può supportare DisplayPort 2.0?

Mentre un display 8K – o superiore – potrebbe essere attraente, per la maggior parte delle persone saranno le configurazioni multi-monitor che DisplayPort 2.0 alimenta sulla propria scrivania. La buona notizia è che il cavo è più che pronto per riempire la tua workstation con tutti gli schermi che potrebbe contenere.

Ad esempio, potresti avere fino a due pannelli 8K a 120 Hz e 30 bpp 4:4:4 HDR (con DSC), o due display 4K a 144 Hz e 24 bpp 4:4:4 (nessuna compressione). Se vuoi tre pannelli, puoi pilotare un trio di schermi 10K a 60 Hz ciascuno o tre monitor 4K a 90 Hz e senza compressione.

Anche se desideri lasciare la larghezza di banda per i dati USB, puoi comunque ottenere un’impressionante configurazione multi-monitor in corso. In quella situazione, ad esempio, potresti avere tre display 4K 144 Hz e ottenere comunque il supporto dati.

Quale connettore utilizza DisplayPort 2.0?

Come prima, ci saranno due tipi di spine che probabilmente incontrerai con DisplayPort 2.0. Il connettore DP nativo è ancora presente ed è compatibile con i dispositivi esistenti. Tuttavia ci sarà anche il connettore USB Type-C, che trasporta i segnali audio e video DP tramite DisplayPort Alt Mode.

Il passaggio a DP 2.0 significa che puoi avere anche Thunderbolt 3 per dati più veloci. Un nuovo protocollo di mappatura dei dati del flusso di visualizzazione per il trasporto a flusso singolo e multiplo aiuterà anche con configurazioni come l’azionamento di più monitor da una docking station o il collegamento a margherita.

Una nuova funzionalità di riproduzione del pannello, nel frattempo, ridurrà il consumo energetico consentendo alla GPU di aggiornare solo le parti dello schermo che sono effettivamente cambiate. VESA afferma che sarà di particolare beneficio per i dispositivi più piccoli, come i laptop, che vogliono ancora pilotare monitor ad alta risoluzione ma senza un grande impatto sulla durata della batteria. Significherà anche che la ricarica di un dispositivo verrà eseguita più rapidamente, anche quando si guida contemporaneamente un display esterno.

Quando sono in vendita i primi dispositivi DisplayPort 2.0?

Lo standard DP 2.0 potrebbe essere uscito, ma dovremo aspettare ancora un po’ per i primi prodotti che lo utilizzeranno effettivamente. VESA afferma che si aspetta che l’hardware che utilizza DisplayPort 2.0 arrivi entro la fine del 2020.

Leave a Reply