Dog the Bounty Hunter si è ritrovato ancora una volta al centro di polemiche. E non stiamo parlando della ricerca di Brian Laundrie qui. Si scopre che Dog the Bounty Hunter – vero nome Duane Chapman – è stato colpito da una pesante causa da 1,3 milioni di dollari che lo accusa di essere razzista e omofobo. Tutto questo deriva sia prima che dopo le riprese del suo reality show, Dog scatenato.

Poiché la maggior parte delle persone in tutta la nazione ha seguito il caso Gabby Petito, sappiamo che Dog the Bounty Hunter è intervenuto per offrire i suoi servizi. Ha aiutato con la ricerca del fuggitivo scomparso Brian Laundrie, che è una persona interessata all’omicidio di Petito. Tuttavia, mentre era in Florida alla ricerca di Laundrie, Dog ha ricevuto i documenti per la causa.

Osservazioni razziste e attività illegali

Di recente è stata rilasciata una dichiarazione a Il Sole di Michael Donovan, presidente e CEO di Unleashed Entertainment. Lui dice che cane scatenato ha visto la sua cancellazione poche settimane prima della premiere di aprile a causa di “azioni intraprese da Mr. Chapman durante la produzione dello show che violano gli accordi contrattuali”.

Gli atti del tribunale sono stati depositati il ​​5 ottobre in cui si afferma quanto segue: “L’imputato è una star di un reality televisivo caduto in disgrazia che è stato licenziato dal querelante dopo che la sua azienda ha scoperto che l’imputato aveva usato epiteti razziali per attaccare gli attivisti Black Lives Matter adolescenti. anche le accuse di epiteti razziali hanno scoperto attività illegali”.

La causa sostiene anche che Dog aveva illegalmente nascosto e indossato un dispositivo taser durante le riprese in Virginia. Questo è illegale nel Commonwealth poiché Dog è stato un violento criminale in passato. La causa prosegue affermando che Michael Donovan non sapeva che la vittima nella condanna per omicidio di Chapman del 1976 fosse davvero una persona di colore.

Il cane stava aspettando nell’auto per la fuga. Nel frattempo, uno dei suoi amici è entrato e ha sparato e ucciso Jerry Oliver per una disputa sulla marijuana. Chapman era colpevole di omicidio di primo grado per il suo ruolo nel crimine. Ha ricevuto una condanna a cinque anni nel penitenziario statale del Texas. Tuttavia, Chapman ha dovuto scontare solo 18 mesi.

Anche Dog the Bounty Hunter usava insulti omofobici

Michael Donovan sostiene anche che Dog the Bounty Hunter usa un linguaggio omofobo.

“Per aggiungere al danno la beffa ignorante, l’imputato ricorre a stanchi tropi omofobici. Chiamando uno dei querelanti apertamente gay “papà” in modo beffardo e facendo un’implicazione vile e disgustosa usando le parole “bambini e papà insieme”.

Chapman deve ancora rispondere a questa nuova causa al momento della stesura di questo documento.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *