Se sei stato a MistralKitchen e hai sperimentato tutto il suo tagliente e moderno angoli kundigiani -Potrebbe sorprenderti che il ristorante serva un drink così dolce come quello qui raffigurato. Ma sembrerebbe, amici miei, che quest’uomo di latta abbia un cuore. Se il Peach Smash Good non ti convince, prendi in considerazione il Bergamot Blazer del ristorante, un cocktail che si presenta in una graziosa tazza da tè con un biscotto per inzuppare.

Il Peach Smash Good è rum speziato Sailor Jerry, Drambuie, purea di pesca bianca, limone spremuto fresco e timo fresco. Sfortunatamente per il barista di turno la scorsa notte, la scorta di gambi di timo era stata esaurita da Il padre dello chef William Belickis che, la sera prima, lo aveva contrabbandato in un bolognese che aveva preparato per il personale del ristorante. Come faccio a sapere questo? La mamma di Belickis era seduta accanto a me al bar, in visita con un amico o un parente davanti a spuntini e vino. L’amico/parente è stato sentito dire che il foie gras di Belickis è il migliore che abbia mai assaggiato. Quasi mi aspettavo che gli accarezzasse i capelli dopo averlo detto.

Quando ne ebbe la possibilità, il barista andò in qualche ripostiglio e mi riportò il mio timo; è stato bello ficcare il naso vicino alla tazza di julep e sentirne l’odore prima di sorseggiare.

In cima al menu dei cocktail di MistralKitchen (tutte le bevande costano $ 11) troverai la seguente riga: “I cocktail sono elencati in ordine di somiglianza con soffici nuvole sognanti che si trasformano in poeti amari e arrabbiati”. Le ginocchia dell’ape sono elencate per prime, ed è quindi presumibilmente la nuvola più soffice. È un piccolo numero gustoso con Old Tom Gin, limone, sciroppo di miele, albume d’uovo e bitter. Ma mi è piaciuto anche il poeta più arrabbiato, la cosiddetta stretta di mano amara (Fernet Branca, riduzione di arancia rossa, sciroppo di segale di tacchino selvatico fatto in casa e scorza d’arancia). La stretta di mano è fredda con uno dei gestori del bar Andrew Bohrer’s sfere esclusive, in pratica una palla da baseball di ghiaccio nel bicchiere.

L’ho trovata un’esperienza divertente, bere bevande antiquate così ritoccate in un ambiente così inesorabilmente moderno. Divertente, ma per nulla spiacevole.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *