La folla si è svuotata dalle strade di Seattle. La sfumatura di gioia aleggia ancora nell’aria. Il mio ufficio è a soli 6 isolati da CenturyLink Field, la casa dei Seahawks. Il flusso di umanità davanti alle nostre finestre mercoledì è stato felice e continuo. Il Sole splendeva. In qualche modo 750.000 persone (100.000 in più rispetto all’intera città) sono riuscite a convergere e celebrare la nostra vittoria al Superbowl senza un solo arresto. Seattle ha avuto una buona giornata.

Ma è successa una cosa divertente. Probabilmente il sindaco gay più importante d’America, Ed Murray, e suo marito, hanno guidato una parata di giocatori professionisti della NFL, uno sport che è ancora pieno di omofobia, attraverso una folla di fan urlanti.

Non potevo fare a meno di chiedermi se avesse mai avuto un momento personale di “Oh. Mio Dio. Puoi CREDERE questo?” Se non l’ha fatto, l’ho avuto per lui.

Potresti pensare. Qual è il grosso problema? Abbiamo l’uguaglianza matrimoniale in 17 stati. La televisione è super gay ora. Abbiamo superato quella cosa dell’omofobia. Ma aspetta. Ed Murray ed io siamo andati entrambi al liceo molto prima degli annunci di servizio pubblico “It gets better” e Gay Straight Alliances. Non ero fuori con me stesso o con gli altri, ma ho ricordi vividi e viscerali di tutte le volte in cui ho camminato lungo il corridoio cercando di guardare dritto davanti a me mentre due ragazzini del football mi seguivano un po’ troppo da vicino, sul palco sussurrando “Dyke cagna. ” Non c’è da stupirsi, dal momento che ho sentito il loro allenatore lanciare la parola gay in giro ogni giorno come un insulto casuale.

Diamine, sono abbastanza sicuro che “Va meglio” e GSA a parte, ogni ragazzo gay o stereotipato di genere in America è ancora cristallino sui rischi per la sicurezza insiti in una lezione di palestra, negli spogliatoi o persino sulle gradinate durante una partita.

E quello che si impara al liceo continua. A ottobre, un gruppo di giocatori di football dell’Università del Mississippi ha urlato insulti anti-gay durante uno spettacolo teatrale di “The Laramie Project”, un’opera teatrale sulla tortura e l’omicidio nella vita reale di un adolescente gay nel Wyoming. A novembre, è stato rivelato che un membro della squadra di football della Florida State University ha scritto un saggio per la classe in cui descriveva in dettaglio una violenta aggressione di gruppo che aveva organizzato contro un compagno di classe gay al liceo e lo aveva consegnato al suo professore gay.

Voglio solo che qualcuno se ne accorga. Guarda NFL, il nostro sindaco gay e il nostro stato di voto per l’uguaglianza dei matrimoni ti hanno organizzato una festa davvero bella. Potresti farci una solida schiena…E continua. Nell’aprile 2013, l’ex punter della NFL Chris Kluwe ha scritto che credeva di essere stato lasciato andare dai Minnesota Vikings per aver semplicemente parlato a sostegno dell’uguaglianza del matrimonio quando la questione era al ballottaggio statale. Internet può offrire più esempi di un’intima relazione tra calcio e omofobia, insieme a sforzi più rari ma notevoli per respingerlo.

Quando ho parlato di tutto questo con un amico maschio etero, ha detto: “Oh sì. L’ultima volta che sono stato chiamato frocio è stato in bicicletta tra i tifosi fuori da una partita di calcio”. Nonostante alcune speculazioni dei media in questa stagione e gli sforzi organizzati per respingere l’omofobia negli sport professionistici, non c’è ancora nessun giocatore NFL attivo.

Il sindaco Murray è stato un leader legislativo nella lotta per l’uguaglianza dei matrimoni nello stato di Washington per oltre un decennio. Ha sopportato insulti dai suoi colleghi legislatori e minacce da bigotti. Per me c’è un po’ di folle ironia, e un po’ di giustizia adorabile, nel ruolo che ha interpretato mercoledì crogiolandosi nel bagliore del Superbowl di Seattle. Voglio solo che qualcuno se ne accorga. Guarda NFL, il nostro sindaco gay e il nostro stato di voto per l’uguaglianza dei matrimoni ti hanno organizzato una festa davvero bella. Potresti aiutarci e lavorare di più per eliminare il bigottismo da casa tua?

Siobhan Ring vive a Seattle con sua moglie e il loro giovane figlio. Nella sua vita professionale è la direttrice della mobilitazione presso l’Alleanza dei bambini. In precedenza è stata Direttore Esecutivo presso la Tenants Union di Washington. Questo editoriale non riflette le opinioni di nessuna organizzazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *