Volkswagen e Ford hanno siglato un accordo per collaborare sui veicoli futuri, partendo dai camion di medie dimensioni ma potenzialmente espandendosi ai veicoli elettrici e alle auto autonome. L’alleanza è stata annunciata oggi, con i primi frutti del lavoro manuale delle due case automobilistiche che dovrebbero arrivare nel 2022.

Inizialmente, VW e Ford lavoreranno insieme su pickup di medie dimensioni per clienti globali. Saranno basati sulla piattaforma globale Ford Ranger; ovvero, la versione del Ranger venduta al di fuori degli Stati Uniti, non il nuovo Ranger 2019 lanciato di recente in Nord America.

Ford sarà responsabile dell’ingegneria e della costruzione di questi pickup per i clienti in Europa, Africa e Sud America. Costruirà anche un furgone da 1 tonnellata per i clienti europei. Sarà basato sul furgone Ford Transit Custom da 1 tonnellata esistente, ancora una volta la versione non venduta in Nord America.

Saranno venduti con entrambi i marchi VW e Ford. Nel frattempo, Volkswagen lavorerà allo sviluppo e alla costruzione di un furgone cittadino.

“L’alleanza determinerà una scala e un’efficienza significative e consentirà a entrambe le società di condividere gli investimenti in architetture di veicoli che offrono capacità e tecnologie distinte”, hanno affermato oggi le case automobilistiche in una nota. La previsione è che la cooperazione tra furgoni commerciali e pick-up potrebbe portare a migliori risultati operativi annuali al lordo delle imposte. Ciò non accadrà fino al 2023, intendiamoci.

Al di là di questo affare di veicoli commerciali, tuttavia, ci sono cose ancora più interessanti in corso. Ford e Volkswagen hanno firmato un memorandum d’intesa che vedrà le due società “investigare la collaborazione” sui veicoli senza conducente, insieme ai servizi di mobilità e ai veicoli elettrici.

“Entrambe le società hanno anche affermato di essere aperte a prendere in considerazione ulteriori programmi per veicoli in futuro”, hanno confermato oggi i due. “I team continueranno a lavorare sui dettagli nei prossimi mesi”.

I rapporti della scorsa settimana hanno suggerito che l’accordo potrebbe vedere Ford adottare la piattaforma MEB di VW, l’architettura modulare elettrificata che l’azienda tedesca ha sviluppato negli ultimi anni. È stato progettato per supportare un’ampia gamma di veicoli, dalle city car compatte fino ai furgoni, ai crossover e ai SUV. Può essere adattato alla trazione anteriore, alla trazione posteriore o alla trazione integrale ed essere dotato di una varietà di formati di batterie per diverse gamme.

Ford, nel frattempo, è stata più lenta ad abbracciare l’elettrificazione. La casa automobilistica ha annunciato piani negli ultimi anni per creare versioni ibride dei suoi modelli Mustang e F-150 più venduti e ha in cantiere un SUV completamente elettrico in uscita nel 2020. Tuttavia, i critici lo hanno accusato di ritardo nel segmento, di fronte ai rivali più aggressivi con i loro piani EV.

Ciò che questo non è, tuttavia, è una sorta di partecipazione incrociata alla proprietà. L’alleanza sarà gestita da un team composto da dirigenti di entrambe le case automobilistiche, guidato dal CEO di Volkswagen Dr. Herbert Diess e dal CEO di Ford Jim Hackett.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *