foto-squali-sopravvivono-florida-marea-rossa-nascondendo-quartiere-canali

Gli squali stanno diventando più amichevoli con i residenti della Florida nuotando nei canali del quartiere per necessità, grazie al crescente problema della marea rossa dello stato.

I pesci si nascondono a centinaia nei canali dei quartieri residenziali in città come Buttonwood Harbour, Longboat Key e Sarasota, creando uno spettacolo spaventoso.

Le epidemie di marea rossa tossica al largo delle coste della Florida stanno spingendo gli animali nell’entroterra. In alcune aree, gli squali riescono a malapena a respirare perché sono troppo vicini l’uno all’altro. Le scorte di ossigeno possono esaurirsi rapidamente in quelle aree. Troppi squali possono minacciare anche le loro scorte di cibo.

Sebbene comune in Florida, la marea rossa cresce al largo della costa centrale e sud-occidentale della Florida tra Clearwater e Sanibel Island.

Sono più comuni al largo delle coste centrali e sud-occidentali della Florida tra Clearwater e Sanibel Island, ma possono verificarsi ovunque nel Golfo.

“Questa è una cosa innaturale. Questi squali non sono qui per loro scelta”, ha detto a Fox 13 Tampa Bay il dottor Bob Hueter, capo scienziato dell’organizzazione di dati oceanici Ocearch. “Sono lì perché stanno cercando rifugio dalla marea rossa che potrebbe uccidere loro.”

Secondo la Florida Fish and Wildlife Conservation Commission, le fioriture di alghe rosse possono essere fatali per i pesci. Per gli esseri umani, la marea rossa può causare gravi malattie alle persone con gravi problemi respiratori. Gli esseri umani possono anche soffrire di irritazioni cutanee e reazioni estreme dal consumo di frutti di mare colpiti dalla marea rossa.

Ma per gli squali, una fioritura di alghe può essere particolarmente sensibile. Larry Brand, un professore specializzato in fitoplancton presso l’Università di Miami Rosenstiel School of Marine and Atmospheric Science, ha detto a Vice.com che c’è un po’ di evoluzione nella situazione dello squalo.

Mentre i pesci muoiono nei fiori, gli squali vogliono evitare i fiori, ha detto.

Gli squali sopravvivono alla “marea rossa” della Florida nascondendosi

L’afflusso di squali bonnethead, limone, pinna nera e nutrice può essere straordinario da vedere, ma i residenti lo considerano anche un segno di un ambiente problematico.

“Avresti potuto letteralmente attraversare il canale sul dorso degli squali”, Janelle Branowert, residente a Longboat Key, ha detto alla stazione locale WFLA. “Ecco quanti ce n’erano”.

Il Guardian ha riferito che l’uccisione di pesci nell’ultima settimana in nove contee e problemi di respirazione umana in nove contee erano motivo di preoccupazione. Vice ha riferito che i pesci morti sulle spiagge vengono ora abbattuti con i bulldozer e raccolti da macchinari pesanti, quindi non diffondono ulteriormente le tossine delle alghe.

L’impianto di fertilizzante abbandonato di Piney Point è stato anche una bandiera rossa per i funzionari. Milioni di litri di scarichi tossici stavano finendo nella baia. L’impatto della scarica sulla marea rossa è ancora indeterminato.

Una città della Florida, St. Petersburg, spendeva 61.000 dollari per il pesce morto. Secondo Newsweek, più di 791 tonnellate di vita marina morta, per lo più pesci, sono state trovate sulle spiagge della contea di Pinellas, secondo Newsweek.com.

Le epidemie di marea rossa tossica al largo delle coste della Florida stanno spingendo gli animali nell’entroterra. In alcune aree, gli squali riescono a malapena a respirare perché sono troppo vicini l’uno all’altro. Le scorte di ossigeno possono esaurirsi rapidamente in quelle aree. Troppi squali possono minacciare anche le loro scorte di cibo.

Sebbene comune in Florida, la marea rossa cresce al largo della costa centrale e sud-occidentale della Florida tra Clearwater e Sanibel Island.

Sono più comuni al largo delle coste centrali e sud-occidentali della Florida tra Clearwater e Sanibel Island, ma possono verificarsi ovunque nel Golfo.

“Questa è una cosa innaturale. Questi squali non sono qui per loro scelta”, ha detto a Fox 13 Tampa Bay il dottor Bob Hueter, capo scienziato dell’organizzazione di dati oceanici Ocearch. “Sono lì perché stanno cercando rifugio dalla marea rossa che potrebbe uccidere loro.”

Secondo la Florida Fish and Wildlife Conservation Commission, le fioriture di alghe rosse possono essere fatali per i pesci. Per gli esseri umani, la marea rossa può causare gravi malattie alle persone con gravi problemi respiratori. Gli esseri umani possono anche soffrire di irritazioni cutanee e reazioni estreme dal consumo di frutti di mare colpiti dalla marea rossa.

Ma per gli squali, una fioritura di alghe può essere particolarmente sensibile. Larry Brand, un professore specializzato in fitoplancton presso l’Università di Miami Rosenstiel School of Marine and Atmospheric Science, ha detto a Vice.com che c’è un po’ di evoluzione nella situazione dello squalo.

Mentre i pesci muoiono nei fiori, gli squali vogliono evitare i fiori, ha detto.

Gli squali sopravvivono alla “marea rossa” della Florida nascondendosi

L’afflusso di squali bonnethead, limone, pinna nera e nutrice può essere straordinario da vedere, ma i residenti lo considerano anche un segno di un ambiente problematico.

“Avresti potuto letteralmente attraversare il canale sul dorso degli squali”, Janelle Branowert, residente a Longboat Key, ha detto alla stazione locale WFLA. “Ecco quanti ce n’erano”.

Il Guardian ha riferito che l’uccisione di pesci nell’ultima settimana in nove contee e problemi di respirazione umana in nove contee erano motivo di preoccupazione. Vice ha riferito che i pesci morti sulle spiagge vengono ora abbattuti con i bulldozer e raccolti da macchinari pesanti, quindi non diffondono ulteriormente le tossine delle alghe.

L’impianto di fertilizzante abbandonato di Piney Point è stato anche una bandiera rossa per i funzionari. Milioni di litri di scarichi tossici stavano finendo nella baia. L’impatto della scarica sulla marea rossa è ancora indeterminato.

Una città della Florida, St. Petersburg, spendeva 61.000 dollari per il pesce morto. Secondo Newsweek, più di 791 tonnellate di vita marina morta, per lo più pesci, sono state trovate sulle spiagge della contea di Pinellas, secondo Newsweek.com.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *