scossa pomeridiana

Scossa di oggi: nessun vincitore o perdente oggi, solo dipendenti arrabbiati del Seattle Times.

Più di 100Seattle Times dipendenti editoriali, inclusi giornalisti, cronisti, artisti e fotografi, hanno inviato una lettera a Volte l’editore Frank Blethen che protesta contro la decisione della Seattle Times Co. di donare più di 75.000 dollari in spazi pubblicitari gratuiti al candidato governatore repubblicano Rob McKenna.

Il Volte ha affermato di aver effettuato la spesa indipendente perché vuole dimostrare che gli annunci sui giornali sono “efficaci”, ma IE (insieme a un annuncio separato per R-74, l’iniziativa sui matrimoni gay) si allinea con le posizioni del comitato editoriale del giornale, e i critici dei media che hanno commentato l’annuncio concordano sul fatto che compromette la capacità del personale delle notizie del giornale di apparire credibile, indipendente ed equo.

Ecco perché la decisione di pubblicare questi annunci è così deludente. Minaccia le due cose che apprezziamo di più, i tratti che rendono il Seattle Times un marchio forte: la nostra indipendenza e credibilità.

La lettera recita in parte:

Scriviamo per esprimere la nostra frustrazione per il fatto che il Seattle Times Co. stia pubblicando annunci pubblicitari a sostegno di uno dei due candidati alla carica di governatore dello stato, nonché una campagna referendaria in tutto lo stato.

Noi giornalisti, fotografi, editori, cronisti, produttori e artisti lavoriamo ogni giorno per portare a termine la missione di questo giornale di comunicare le notizie al Nord Ovest nel modo più equo e obiettivo possibile. Siamo orgogliosi del nostro ruolo di stewardship e del vostro continuo supporto nel corso degli anni, nonostante i significativi oneri finanziari.

Ecco perché la decisione di pubblicare questi annunci è così deludente. Minaccia le due cose che apprezziamo di più, i tratti che rendono il Seattle Times un marchio forte: la nostra indipendenza e credibilità.

Sappiamo che anche tu apprezzi queste cose. La Seattle Times Company ha svolto un lavoro esemplare fornendo valore agli inserzionisti e praticando anche il giornalismo indipendente.

La società ha spiegato questa decisione come un tentativo creativo di aumentare le entrate durante la stagione pubblicitaria politica. In questo contesto economico sono benvenute iniziative per maggiori entrate.

Ma considera il suo effetto sulla missione principale del Seattle Times, il giornalismo. Ci sforziamo di rimanere indipendenti dalle istituzioni di cui ci occupiamo. Facciamo luce sul processo dall’esterno. Non siamo parte del processo.

Questa campagna pubblicitaria minaccia di compromettere tale integrità. Sponsorizzando un annuncio per un candidato governatore, il Seattle Times – l’intera azienda – è diventato uno dei principali contributori a sostegno della campagna di quel candidato.

Ora facciamo parte del meccanismo di una campagna, creando la percezione che non siamo un cane da guardia indipendente. […] Gli annunci minano il lavoro che facciamo e minacciano di confondere questa percezione con i lettori che si affidano a noi.

Come abbiamo riportato, la spesa di oltre $ 75.000 mette il Volte tra una lista d’élite di sostenitori faziosi e faziosi di McKenna, tra cui Americans for Prosperity, il controverso PAC sostenuto dai Koch Brothers ($ 28.000) e Stand for Children, il gruppo di riforma delle scuole charter ($ 128.000).

Leave a Reply