Mancano poche settimane alla fine dell’anno e, come sempre, è il momento opportuno per fare il punto sugli ultimi dodici mesi. E ragazzo, che vortice furono quei dodici mesi. Quasi nessuno è stato lasciato indenne dal coronavirus COVID-19, direttamente o indirettamente. Naturalmente, il potente mercato della telefonia mobile non è uscito illeso e, in una certa misura, gli effetti sull’industria potrebbero ancora farsi sentire molto tempo dopo che la pandemia è diventata una nota a piè di pagina nella storia.

Effetto domino

L’effetto più immediato dell’epidemia di COVID-19 è stata l’interruzione di quasi tutti i programmi quest’anno. Dalla chiusura degli impianti di produzione in Cina alla cancellazione degli eventi annuali, è stato quasi come se il mondo intero fosse precipitato nel caos. Anche quando il mondo ha iniziato a rimettersi in piedi e gli eventi rimandati sono stati riprogrammati in futuro, il danno è già stato fatto.

Sviluppo ritardato e programmi di produzione significavano lanci in ritardo. Significava perdere finestre di opportunità che i produttori di smartphone erano soliti sfruttare. Significava, ad esempio, perdere i ricavi previsti di un trimestre perché un telefono non era stato lanciato in quei mesi. Alla fine significava anche che anche altre parti della catena, in particolare produttori, assemblatori e dipendenti, avrebbero ricevuto in ritardo i loro ricavi e il loro compenso.

Richieste in diminuzione

Naturalmente, la pandemia ha avuto un effetto molto più ampio sull’economia globale, anche nei luoghi in cui il coronavirus ha toccato a malapena. Il commercio è stato interrotto o limitato alle frontiere e le attività commerciali sono state chiuse, alcune anche in modo permanente. Il denaro è diventato rapidamente un problema ancora più grande di quanto non lo fosse mai stato e le persone hanno dovuto monitorare più da vicino i propri budget e le proprie risorse per assicurarsi di spendere solo per acquisti essenziali e critici.

I computer, in particolare i laptop, sono diventati alcuni di quegli acquisti essenziali quest’anno a causa della necessità di lavorare da remoto, spesso da casa. Alla luce di tutte queste altre preoccupazioni, l’acquisto di un nuovo telefono è diventato meno urgente, soprattutto per coloro che hanno ancora dispositivi perfettamente utilizzabili. Anche quando la produzione e le spedizioni hanno iniziato a crescere verso la seconda metà dell’anno, la domanda di smartphone non ha mai raggiunto i picchi che avrebbero avuto in quel momento.

Aumento ironico

Allo stesso tempo, c’è stato uno sviluppo un po’ ironico che contrastava con il calo della domanda di nuovi smartphone. Gli smartphone in realtà sono diventati ancora più critici anche quando laptop e tablet sono diventati il ​​fulcro del fenomeno Work From Home (WFH). La comunicazione, sia su Internet che su linee telefoniche tradizionali e SMS, è diventata ancora più importante durante le quarantene e gli ordini di rifugio.

Dai social network ai giochi, smartphone, app e Internet mobile hanno visto un’impennata nell’uso negli ultimi mesi. La loro importanza potrebbe aver ironicamente spinto gli utenti a essere più riservati nel cambiare telefono durante questi periodi. Dai rischi per la salute legati all’acquisto di un nuovo telefono ai rischi tecnici di ritrovarsi con un telefono nuovo ma non funzionante, i consumatori sono stati meno entusiasti di saltare su un nuovo telefono senza una ragione convincente.

Prezzo di picco

Naturalmente, ci saranno sempre alcuni motivi per cui le persone compreranno i telefoni più recenti e migliori, ma la selezione di quest’anno ha fatto riflettere anche i fan accaniti degli smartphone. Esattamente a causa dei ritardi e dell’economia di mercato distorta accumulati in aggiunta al prezzo dei componenti in costante aumento, i prezzi per i migliori telefoni quest’anno sono aumentati ancora di più. Laddove i telefoni da $ 1.000 erano a corto di essere scandalosi anche solo due anni fa, è diventata la base per le ammiraglie di quest’anno.

Samsung ha avuto la sfortuna di lanciare un nuovo telefono di fascia alta proprio all’inizio della pandemia, dove la paura e l’incertezza hanno attanagliato il mondo. Il nuovo iPhone 12 di Apple ha venduto naturalmente bene ma, per un certo periodo, il suo nuovo iPhone SE 2020 è stato considerato lo smartphone più popolare, soprattutto durante la prima metà dell’anno. Potrebbe essere troppo presto per concludere che i consumatori stanno diventando più intelligenti riguardo agli acquisti di smartphone, ma potrebbe esserci anche un altro fattore in gioco qui.

Marzo di fascia media

I telefoni di fascia media sono cresciuti costantemente in termini di capacità e quota di mercato, in gran parte per i produttori di chip che hanno colmato il divario tra silicio premium e di fascia media superiore. Nonostante la lenta diffusione del 5G, anche il numero di tali telefoni in grado di connettersi alla rete di nuova generazione sta lentamente aumentando.

Anche Google sembra giocare a questo gioco, spingendo il suo fiore all’occhiello Pixel 5 a un chipset della serie Snapdragon 700. Altri marchi come LG stanno lanciando telefoni simili, a volte alimentati dall’equivalente di MediaTek. Allo stesso tempo, ci sono quelli come OnePlus che stanno espandendo le loro linee di prodotti per coprire non solo i mercati di fascia media ma anche quelli entry-level.

Incartare

Il COVID-19 ha davvero cambiato il mondo in molti modi, molti dei quali non sono positivi. Sulla base di alcune cifre, il mercato degli smartphone è effettivamente calato quest’anno, ma è lentamente sulla via della ripresa. Le cose potrebbero essere le stesse, tuttavia, con alcuni produttori, vale a dire Samsung, che cercano di compensare con programmi adeguati.

Mentre ci saranno sempre persone che cercano ogni nuova ammiraglia Samsung o Apple, i consumatori sono stati costretti a rivalutare gli acquisti di smartphone, tenere i telefoni più a lungo e persino aspettarsi più aggiornamenti software dai produttori. Non è ancora chiaro se questa diventerà la nuova normalità per il mercato mobile, il che rende l’anno in arrivo un po’ più interessante ed eccitante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *