A dicembre, un nuovo aggiornamento per gli smartphone Google Pixel ha aggiunto alcune nuove funzionalità. Una delle funzionalità più interessanti è stata la ricarica adattiva, progettata per consentire al telefono di caricarsi lentamente durante la notte per preservare la salute della batteria. L’idea è quella di aiutare a preservare la salute della batteria nel tempo controllando dinamicamente la velocità di ricarica di un dispositivo Pixel.

L’obiettivo è aiutare la batteria a mantenere tutta la sua capacità originale il più a lungo possibile. La ricarica adattiva è disponibile su Pixel 4 e 4 XL, Pixel 4a 5G e Pixel 5. L’impostazione può essere abilitata e disabilitata manualmente all’interno delle impostazioni – batteria – batteria adattiva – ricarica adattiva. Quando è attivo, è presente una notifica nella parte inferiore del display ambientale/sempre attivo.

Google ha sottolineato quando è stata rilasciata la funzione che gli utenti devono caricare i propri dispositivi di notte e impostare una sveglia. Di recente, è emerso un documento di supporto di Google che chiarisce i dettagli sulla ricarica adattiva. La prima avvertenza è che gli utenti devono iniziare a caricare il dispositivo dopo le 21:00. La seconda avvertenza è che gli utenti devono avere un allarme impostato tra le 5 e le 10 del mattino.

Ciò significa che se lavori a orari dispari e vai a letto presto e ti svegli prima delle 5 del mattino, la ricarica adattiva non sarà disponibile. I rapporti indicano anche che se non hai impostato la sveglia per il fine settimana, la ricarica adattiva non funzionerà. Avere limitazioni sugli orari è sicuramente uno svantaggio per la nuova funzionalità.

Apple ha una funzione simile chiamata Optimize Battery Charging che prevede quando il dispositivo sarà collegato a un caricabatterie per un lungo periodo di tempo. Mentre lo schema di addebito di Google probabilmente si adatterà agli orari della maggior parte delle persone, ci saranno quelli che non potranno utilizzarlo a causa delle restrizioni. Presumibilmente, Google teme che le persone con orari di sonno strani possano svegliarsi per scoprire che il loro dispositivo non è completamente carico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *