Honda, Toyota, Nissan e Hyundai hanno siglato un accordo con vari paesi nordici per diffondere l’infrastruttura delle celle a combustibile – e le auto per trarne vantaggio – in tutta la regione a partire dal 2014. Il memorandum d’intesa (MoU) con una combinazione pubblica e aziende e organizzazioni private in Norvegia, Islanda, Svezia e Danimarca vedranno veicoli a emissioni zero e una rete di distribuzione dell’idrogeno istituita entro il 2017, a seguito di accordi simili in Europa.

Oltre alle quattro aziende automobilistiche, sono presenti a bordo tre società di infrastrutture per l’idrogeno: HyOP AS della Norvegia e H2 Logic A/S e Copenhagen Hydrogen Network A/S entrambe danesi. Nel frattempo, cinque organizzazioni non governative – NyNor Norway, Hydrogen Sweden, Icelandic New Energy, Hydrogen Link Denmark Association e Scandinavian Hydrogen Highway Partnership – sono anche firmatarie del MoU.

Honda ha già un veicolo a celle a combustibile sulle strade statunitensi e giapponesi, con la Honda FCX fornita a circa due dozzine di locatari privati, inclusi imprenditori privati, avvocati, educatori e altri. All’inizio di quest’anno, nel frattempo, Honda ha rivelato che il suo prossimo veicolo a celle a combustibile sarebbe stato lanciato nel 2015, con “riduzioni significative dei costi” promesse.

Non è chiaro in questa fase se Honda, Toyota, Nissan o Hyundai offriranno auto a celle a combustibile a singoli conducenti o dare priorità alla vendita e al noleggio della flotta. Anche con il protocollo d’intesa in vigore, c’è ancora molto lavoro da fare per dotare effettivamente i quattro paesi di infrastrutture adeguate per l’idrogeno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *