Nel mondo della celebrità di Hollywood, non esiste davvero una cosa come il “successo notturno”. Elisa Perry vuole chiarire a chiunque si chieda perché non è successo a loro.

Le stelle si sono allineate per lei per oggi, 22 novembre, il giorno prima del Ringraziamento. Oggi, Elisa può essere vista in due importanti uscite sullo schermo. Innanzitutto, lei è Felicity Ellerbee nel film,Roman J. Israel,Esq., prodotto e interpretato da Denzel Washington,che si apre in versione generale. Colin Farrell anche stelle.

George Pierce (COLIN FARRELL) introduce Roman J. Israel,Esq. (DENZEL WASHINGTON) a Felicity Ellerbee (ELISA PERRY). (Sony)

Sul piccolo schermo da oggi, cerca Elisa in senza Dio su Netflix, in una serie in sette parti che dimostra che il selvaggio West non riguarda solo gli uomini. Questo western, ambientato nell’isolata e giustamente chiamata La Belle, nel New Mexico, ci introduce ai modi in cui le pistole possono gestire una città dopo che i loro uomini sono morti in un incidente in miniera. La serie, considerata “abbuffata” dai maggiori critici, è protagonista Jeff Daniels, Jack O’Connell e Michelle Dockery.

Elisa sta cavalcando un’ondata di grandi progetti. Ha un piccolo ruolo in di Steven Spielberg Pronto Giocatore Uno, apertura 30 marzo 2018. Lei è in un ruolo opposto Brad Pitt in di James Gray Ad Astra per gennaio 2019.

È stata vista in lungometraggi Custodia, Lila & Eve e Non mi tirerò indietro,tutti con Viola Davis che ora è una delle sue migliori amiche, così come programmi TV come Come farla franca con l’omicidio,Brooklyn Nove-Nove e Grey’s Anatomy.

La cosa più importante nella lista dei successi di questa nativa di Philadelphia: sopravvivere al cancro al seno e prendere una decisione molto difficile. Sua madre è morta di cancro al seno, così come sua nonna. Ha incontrato il suo padre biologico quando aveva 19 anni, che a sua insaputa viveva a sei isolati di distanza. Leggi la sua storia affascinante, particolarmente rilevante se stai considerando una carriera di attore.

Il senza Dio serie: Ragazzi, questo è il momento giusto quando le donne assumono le loro posizioni di potere nelle notizie proprio ora.

Potere della donna: questo mi fa pensare a (tiratori scelti) Annie Oakley. Le donne della serie affrontano le cose proprio come fanno gli uomini. E mentre guardo le notizie, mi rendo conto che non esiste una faccia normale di un aggressore, stupratore o criminale, nessuno sguardo da cookie-cutter di chiunque usi commenti o tocchi inappropriati.

Elisa PerryElisa Perry
(Elisa Perry)

Raccontaci del tuo senza Dio personaggio, June Hobbs.

È la matriarca della famiglia che vive in un’altra città. Suo marito, fratello e padre sono famosi soldati bufali. Due bande rivali cercano di impadronirsi di La Belle, ma la sua famiglia vuole solo essere lasciata sola per coltivare e mettere su famiglia. Il messaggio dello spettacolo: non fidarsi di nessuno.

E com’è stata la tua esperienza in Roman J. Israel,Esq.?

Nel momento in cui l’ho saputo Dan Gilroy stava dirigendo, sapevo che sarebbe stato fantastico. Quando ho letto i lati, ho pensato: “Questo è un ruolo che può davvero cambiare la mia carriera”.

Al mio personaggio non piacciono gli avvocati, non si fida di loro. Il film è, in una certa misura, arte che imita la vita con me. Ho avuto un nipote passare attraverso il sistema legale. Non ho un figlio, ma lui e suo fratello sono i più vicini che ho ai bambini. Ho sempre creduto in lui. È rimasto coinvolto in una situazione e non mi sono fidato del suo avvocato. Inoltre non volevo vedere la sua vita completamente rovinata a causa di una scelta davvero sbagliata.

Marc Cartwright
(Marc Cartwright)

Cos’altro ti sembra più “reale” del film?

In Roman J. Israel, Esq.,non tutti hanno un avvocato—una Felicity Ellerbee. Tutti commettiamo errori, ma viviamo in un paese dove ci è permesso avere la migliore rappresentazione possibile. Molte persone, specialmente le persone di colore, non sempre lo capiscono. Se vieni da un ambiente povero, sei spesso bloccato con il difensore d’ufficio che può avere 400 casi e pochissimo tempo. Potrebbero presentarsi in tribunale e incontrarti per la prima volta.

Mio nipote lo sta superando e starà bene.

E lavorare con Denzel?

Ero nervoso prima di leggere la nostra tabella. Ma ero così entusiasta di imparare da lui. È semplicemente fantastico da guardare e semplicemente meraviglioso.

Hai avuto una formazione eccellente, inclusa la scuola di Lee Strasberg. Come ti ha preparato ad andare avanti?

Ottieni una formazione eccellente, ma non ti prepara per il business della recitazione. Non sei preparato per il viaggio necessario per entrare in questo business. Potresti fare un provino per spot pubblicitari e battute in un film o uno spettacolo per 15 anni prima di fare una pausa.

Come ti senti riguardo ai ruoli offerti alle persone di colore ora?

Sento che quando si tratta del numero di grandi opportunità per le donne di colore, ci sono una o due famose attrici nere che possono coprire la gamma. Tuttavia, ci sono più opportunità grazie a più servizi di streaming. Penso Viola [Davis] è al livello più alto di tutto.

Ti è piaciuto lavorare con Brad Pitt?

Ho fatto una scena con lui, e gli ho detto che sto vivendo un anno da “cielo dei fusti”! L’ho appena inventato. Credo che lavorare con questi attori mi offra maggiore visibilità e migliori opportunità: credo che Denzel vincerà l’Oscar.

Raccontaci del tuo viaggio con il cancro al seno. Come va?

Sono passati 10 anni dalla mia remissione: il 30 ottobre era la data dell’anniversario. Ho fatto il test del gene BRCA tre anni fa e avevo il gene, quindi ho deciso per una doppia mastectomia, per fortuna che era coperta dall’assicurazione.

Il cancro mi ha aperto gli occhi per prepararmi a vivere invece di prepararmi a morire.

Elisa Perry fa il tappeto magnificamente per
Elisa Perry fa splendidamente il tappeto per “Roman J. Israel,Esq.” (Sony)

Come ti prendi cura di Elisa adesso?

Ho corso in pista per otto anni durante la scuola, ma ora non lo faccio. Mi alleno da quattro a sei giorni alla settimana, forse un giorno faccio escursioni, il giorno dopo faccio pesi in palestra, faccio la macchina ellittica o il tapis roulant, anche spinning, yoga o le scale di Santa Monica.

Faccio meditazione, preghiera e canto, insieme a momenti di silenzio, e sono influenzato da Eckhart Tolle, Abraham-Hicks e Brené Brown.

Mind Your Body con Stephanie Stephens presenta celebrità e persone di successo di età superiore ai 45 anni che condividono i loro ultimi progetti, segreti di una vita sana e altro ancora.

Elisa sta cavalcando un’ondata di grandi progetti. Ha un piccolo ruolo in di Steven Spielberg Pronto Giocatore Uno, apertura 30 marzo 2018. Lei è in un ruolo opposto Brad Pitt in di James Gray Ad Astra per gennaio 2019.

È stata vista in lungometraggi Custodia, Lila & Eve e Non mi tirerò indietro,tutti con Viola Davis che ora è una delle sue migliori amiche, così come programmi TV come Come farla franca con l’omicidio,Brooklyn Nove-Nove e Grey’s Anatomy.

La cosa più importante nella lista dei successi di questa nativa di Philadelphia: sopravvivere al cancro al seno e prendere una decisione molto difficile. Sua madre è morta di cancro al seno, così come sua nonna. Ha incontrato il suo padre biologico quando aveva 19 anni, che a sua insaputa viveva a sei isolati di distanza. Leggi la sua storia affascinante, particolarmente rilevante se stai considerando una carriera di attore.

Il senza Dio serie: Ragazzi, questo è il momento giusto quando le donne assumono le loro posizioni di potere nelle notizie proprio ora.

Potere della donna: questo mi fa pensare a (tiratori scelti) Annie Oakley. Le donne della serie affrontano le cose proprio come fanno gli uomini. E mentre guardo le notizie, mi rendo conto che non esiste un volto normale di un aggressore, stupratore o criminale, nessuno sguardo da cookie-cutter di chiunque usi commenti o tocchi inappropriati.

Elisa PerryElisa Perry
(Elisa Perry)

Raccontaci del tuo senza Dio personaggio, June Hobbs.

È la matriarca della famiglia che vive in un’altra città. Suo marito, fratello e padre sono famosi soldati bufali. Due bande rivali cercano di impadronirsi di La Belle, ma la sua famiglia vuole solo essere lasciata sola per coltivare e mettere su famiglia. Il messaggio dello spettacolo: non fidarsi di nessuno.

E com’è stata la tua esperienza in Roman J. Israel,Esq.?

Nel momento in cui l’ho saputo Dan Gilroy stava dirigendo, sapevo che sarebbe stato fantastico. Quando ho letto i lati, ho pensato: “Questo è un ruolo che può davvero cambiare la mia carriera”.

Al mio personaggio non piacciono gli avvocati, non si fida di loro. Il film è, in una certa misura, arte che imita la vita con me. Ho avuto un nipote passare attraverso il sistema legale. Non ho un figlio, ma lui e suo fratello sono i più vicini che ho ai bambini. Ho sempre creduto in lui. È rimasto coinvolto in una situazione e non mi sono fidato del suo avvocato. Inoltre non volevo vedere la sua vita completamente rovinata a causa di una scelta davvero sbagliata.

Marc Cartwright
(Marc Cartwright)

Cos’altro ti sembra più “reale” del film?

In Roman J. Israel, Esq.,non tutti hanno un avvocato—una Felicity Ellerbee. Tutti commettiamo errori, ma viviamo in un paese dove ci è permesso avere la migliore rappresentazione possibile. Molte persone, specialmente le persone di colore, non sempre lo capiscono. Se vieni da un ambiente povero, sei spesso bloccato con il difensore d’ufficio che può avere 400 casi e pochissimo tempo. Potrebbero presentarsi in tribunale e incontrarti per la prima volta.

Mio nipote lo sta superando e starà bene.

E lavorare con Denzel?

Ero nervoso prima di leggere la nostra tabella. Ma ero così entusiasta di imparare da lui. È semplicemente fantastico da guardare e semplicemente meraviglioso.

Hai avuto una formazione eccellente, inclusa la scuola di Lee Strasberg. Come ti ha preparato ad andare avanti?

Ottieni una formazione eccellente, ma non ti prepara per il business della recitazione. Non sei preparato per il viaggio necessario per entrare in questo business. Potresti fare un provino per spot pubblicitari e battute in un film o uno spettacolo per 15 anni prima di fare una pausa.

Come ti senti riguardo ai ruoli offerti alle persone di colore ora?

Sento che quando si tratta del numero di grandi opportunità per le donne di colore, ci sono una o due famose attrici nere che possono coprire la gamma. Tuttavia, ci sono più opportunità grazie a più servizi di streaming. Penso Viola [Davis] è al livello più alto di tutto.

Ti è piaciuto lavorare con Brad Pitt?

Ho fatto una scena con lui, e gli ho detto che sto vivendo un anno da “cielo dei fusti”! L’ho appena inventato. Credo che lavorare con questi attori mi offra maggiore visibilità e migliori opportunità: credo che Denzel vincerà l’Oscar.

Raccontaci del tuo viaggio con il cancro al seno. Come va?

Sono passati 10 anni dalla mia remissione: il 30 ottobre era la data dell’anniversario. Ho fatto il test del gene BRCA tre anni fa e avevo il gene, quindi ho deciso per una doppia mastectomia, per fortuna che era coperta dall’assicurazione.

Il cancro mi ha aperto gli occhi per prepararmi a vivere invece di prepararmi a morire.

Elisa Perry fa il tappeto magnificamente per
Elisa Perry fa splendidamente il tappeto per “Roman J. Israel,Esq.” (Sony)

Come ti prendi cura di Elisa adesso?

Ho corso in pista per otto anni durante la scuola, ma ora non lo faccio. Mi alleno da quattro a sei giorni alla settimana, forse un giorno faccio escursioni, il giorno dopo faccio pesi in palestra, faccio la macchina ellittica o il tapis roulant, anche spinning, yoga o le scale di Santa Monica.

Faccio meditazione, preghiera e canto, insieme a momenti di silenzio, e sono influenzato da Eckhart Tolle, Abraham-Hicks e Brené Brown.

Mind Your Body con Stephanie Stephens presenta celebrità e persone di successo di età superiore ai 45 anni che condividono i loro ultimi progetti, segreti di una vita sana e altro ancora.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *