I divorziati sono in aumento negli Stati Uniti durante la pandemia di coronavirus poiché le coppie sono tornate a casa insieme per diversi mesi.

Nuovi dati raccolti da Legal Templates rivelano i risultati del sondaggio sull’impatto del blocco pandemico sulle relazioni. Secondo i dati raccolti, il numero di coppie che chiedono il divorzio è aumentato del 34% da marzo a giugno rispetto al 2019.

In collaborazione con i mandati, le coppie trascorrono più tempo insieme, lasciandole con i fattori di stress legati alla pandemia. Di conseguenza, una combinazione di condizioni di quarantena, difficoltà finanziarie, malattie, salute mentale e altro sta mettendo a dura prova le relazioni. Secondo i dati, il 31% delle coppie confessa che la loro relazione ha subito danni a causa di problemi legati al coronavirus.

L’interesse per la separazione durante la quarantena ha raggiunto il picco il 13 aprile, secondo il rapporto. Sono passate solo due o tre settimane da quando la maggior parte degli stati ha iniziato le quarantene ufficiali. “È possibile che i divorzi siano aumentati quando le persone sono entrate in quella che i professionisti della salute mentale e dei servizi umani chiamano la “fase di disillusione” delle fasi del disastro, ha affermato il report.”Questo è il momento in cui l’ottimismo si trasforma in scoraggiamento, lo stress aumenta e spesso si verificano reazioni negative.”

Sposi novelli e stati del sud più alti nel tasso di divorzi

I dati rivelano che il 58% degli utenti che hanno chiesto il divorzio durante la pandemia si è sposato negli ultimi cinque anni. Si tratta di un aumento del 16% rispetto al 2019.

“Ciò indica che le coppie sposate di recente erano meno attrezzate per affrontare i fattori di stress del virus COVID-19 rispetto alle coppie mature”, afferma il documento.

I dati mostrano anche che gli stati del sud hanno registrato il più alto numero di divorzi durante la pandemia di COVID-19. Questi stati hanno un tasso di divorzio da due a tre volte superiore rispetto ad altre regioni degli Stati Uniti. Inoltre, mostra che questi stati hanno subito i più duramente colpiti dalla pandemia con “occupazioni di licenziamento ad alto rischio”.

Anche il numero di polizze assicurative sulla vita e di indennità di divorzio è salito alle stelle.

“È possibile che i tassi di divorzio continuino ad aumentare man mano che si sviluppano le turbolenze economiche, finanziarie, sociali, istituzionali e psicologiche dovute al virus COVID-19”, ha concluso Legal Templates.

[H/T Fox News,Legal Templates]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *