Nessuno è rimasto davvero sorpreso, anche se la delusione e la paura erano ancora forti quando Google ha fatto un annuncio bomba lunedì. Sebbene non influisca direttamente sul servizio di streaming di giochi, la chiusura dello studio proprietario Stadia Games & Entertainment mette ancora in discussione l’impegno di Google. Nel mezzo di quell’incertezza sia per lo streaming di giochi che per lo stesso gigante dell’e-commerce, il neo-nominato CEO di Amazon Andy Jassy ha riaffermato il suo impegno in questo mercato, nonostante i ripetuti fallimenti degli Amazon Game Studios dell’azienda.

L’improvviso tuffo di Amazon nel mercato dei videogiochi è sempre stato fonte di curiosità e dubbi, visto quanto fosse diverso anche dalle attività musicali e video dell’azienda. Alla fine è diventato chiaro che AWS sarebbe stato un elemento importante in quell’impresa e il lancio del servizio di streaming di giochi basato su cloud di Amazon, Luna, ne è stato la prova.

Nonostante i suoi miliardi, Amazon finora non è riuscita a lasciare un segno duraturo in quel mercato, almeno un segno positivo. I suoi due grandi tentativi di lanciare un gioco sono stati in gran parte considerati disastrosi e i progetti cancellati hanno ulteriormente alimentato le voci. Non ha aiutato il fatto che Amazon Game Studios e il suo capo, Mike Frazzini, siano stati coinvolti in controversie fin dal primo giorno.

L’e-mail di Jassy allo staff di Amazon era praticamente un’espressione di sostegno per Frazzini. Jassy, ​​che sostituirà le scarpe gigantesche lasciate da Jeff Bezos, crede che lo studio alla fine avrà successo se persistono. Amazon ha un record di attenersi alle sue pistole anche se l’accoglienza iniziale è stata mediocre o addirittura negativa, molto più a lungo di quanto Google di solito impiega per scartare un progetto o un prodotto.

Detto questo, Amazon è anche nota per alcuni fallimenti catastrofici come il Fire Phone. Resta da vedere quante risorse il nuovo amministratore delegato sarà disposto a mettere in AGS per dimostrare la sua fiducia, ma potrebbe essere l’ultima delle preoccupazioni di Amazon poiché la società deve affrontare non solo una transizione della leadership ma anche un controllo legale in corso.

Leave a Reply