All’Inter Bee 2018, Panasonic presenta la prima fotocamera dotata di un sensore “Organic” 8K (36M pixel, 60 FPS), che dovrebbe spingere la sensibilità alla luce e la gamma dinamica oltre i sensori CMOS esistenti.

Ubergizmo ha individuato questa tecnologia nel 2013, quando la ricerca è stata annunciata per la prima volta, e i prodotti dovrebbero arrivare sul mercato nell'”autunno 2019″ sotto forma della fotocamera AK-SHB 810, secondo Panasonic. La parola “organico” deriva dal fatto che il sensore utilizza un film sottile organico per convertire i fotoni in elettroni.

Secondo i suoi creatori, i vantaggi teorici di questo nuovo sensore di immagine Panasonic possono essere riassunti in pochi punti chiave:

  • Il sensore organico utilizza un otturatore globale, come il costoso sensore CCD. È diverso dai comuni smartphone o dai sensori CMOS DSLR che si affidano a una tapparella come trucco per raccogliere un po’ più di luce. Per una rapida spiegazione della tapparella, guarda il video qui sotto
  • Il sensore ha una maggiore sensibilità alla luce (100X in teoria), il che è ottimo per le acquisizioni in condizioni di scarsa illuminazione
  • Il sensore ha una gamma dinamica più elevata per scene a contrasto estremamente elevato

Gli otturatori globali sono estremamente importanti quando si scattano foto di scene in rapido movimento perché prevengono distorsioni proporzionali alla velocità con cui le cose si muovono, migliorando notevolmente la qualità dell’immagine in queste condizioni. Panasonic fa notare un grande avvertimento: questo funziona solo per velocità dell’otturatore superiori a 1/120: ciò significa che può essere utilizzato solo in condizioni di illuminazione intensa. Per velocità dell’otturatore più basse, tornerà alla modalità Rolling Shutter.

La maggiore gamma dinamica si ottiene migliorando la conversione da luce a elettrica e il successivo accumulo di carica. Quando un pixel del sensore può contenere più carica, significa che può percepire una luminosità più elevata senza limiti: la sua gamma superiore (dinamica) viene ampliata.

Infine, il sensore è dotato di un filtro a densità neutra (ND), che permette di ridurre la luminosità senza alterare le tonalità di colore, e senza richiedere la modifica dell’apertura della fotocamera o della velocità dell’otturatore. Questa flessibilità extra è uno strumento in più che darebbe al software della fotocamera l’opportunità di migliorare la qualità dell’immagine.

Non è chiaro quanto sia grande il sensore e quanto velocemente questa tecnologia potrebbe riversarsi nei dispositivi a cui teniamo di più come smartphone o fotocamere compatte. Tuttavia, questo è uno dei motivi entusiasmanti per partecipare a spettacoli “pro” come Inter Bee, dove vengono introdotte tali tecnologie e dove possiamo incontrare gli ingegneri che hanno progettato il sistema.

La maggiore gamma dinamica si ottiene migliorando la conversione da luce a elettrica e il successivo accumulo di carica. Quando un pixel del sensore può contenere più carica, significa che può percepire una luminosità più elevata senza limiti: la sua gamma superiore (dinamica) viene ampliata.

Infine, il sensore è dotato di un filtro a densità neutra (ND), che permette di ridurre la luminosità senza alterare le tonalità di colore, e senza richiedere la modifica dell’apertura della fotocamera o della velocità dell’otturatore. Questa flessibilità extra è uno strumento in più che darebbe al software della fotocamera l’opportunità di migliorare la qualità dell’immagine.

Non è chiaro quanto sia grande il sensore e quanto velocemente questa tecnologia potrebbe riversarsi nei dispositivi a cui teniamo di più come smartphone o fotocamere compatte. Tuttavia, questo è uno dei motivi entusiasmanti per partecipare a spettacoli “pro” come Inter Bee, dove vengono introdotte tali tecnologie e dove possiamo incontrare gli ingegneri che hanno progettato il sistema.

La maggiore gamma dinamica si ottiene migliorando la conversione da luce a elettrica e il successivo accumulo di carica. Quando un pixel del sensore può contenere più carica, significa che può percepire una luminosità più elevata senza limiti: la sua gamma superiore (dinamica) viene ampliata.

Infine, il sensore è dotato di un filtro a densità neutra (ND), che permette di ridurre la luminosità senza alterare le tonalità di colore, e senza richiedere la modifica dell’apertura della fotocamera o della velocità dell’otturatore. Questa flessibilità extra è uno strumento in più che darebbe al software della fotocamera l’opportunità di migliorare la qualità dell’immagine.

Non è chiaro quanto sia grande il sensore e quanto velocemente questa tecnologia potrebbe riversarsi nei dispositivi a cui teniamo di più come smartphone o fotocamere compatte. Tuttavia, questo è uno dei motivi entusiasmanti per partecipare a spettacoli “pro” come Inter Bee, dove vengono introdotte tali tecnologie e dove possiamo incontrare gli ingegneri che hanno progettato il sistema.

La maggiore gamma dinamica si ottiene migliorando la conversione da luce a elettrica e il successivo accumulo di carica. Quando un pixel del sensore può contenere più carica, significa che può percepire una luminosità più elevata senza limiti: la sua gamma superiore (dinamica) viene ampliata.

Infine, il sensore è dotato di un filtro a densità neutra (ND), che permette di ridurre la luminosità senza alterare le tonalità di colore, e senza richiedere la modifica dell’apertura della fotocamera o della velocità dell’otturatore. Questa flessibilità extra è uno strumento in più che darebbe al software della fotocamera l’opportunità di migliorare la qualità dell’immagine.

Non è chiaro quanto sia grande il sensore e quanto velocemente questa tecnologia potrebbe riversarsi nei dispositivi a cui teniamo di più come smartphone o fotocamere compatte. Tuttavia, questo è uno dei motivi entusiasmanti per partecipare a spettacoli “pro” come Inter Bee, dove vengono introdotte tali tecnologie e dove possiamo incontrare gli ingegneri che hanno progettato il sistema.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *