Le configurazioni di gioco per PC multischermo hanno reso i simulatori di corse ancora più avvincenti, ma nulla dice “realismo” come parti reali hackerate da un’auto e collegate tramite USB. Alex Rosiu ha dato il via alla sua simulazione hardware da corsa fai-da-te con il quadro strumenti di una BMW 325i del 1992, utilizzando un Arduino per controllare il tachimetro e il contagiri insieme alle varie luci.

Video demo dopo il taglio

“Il sistema utilizza un’applicazione per PC (scritta in C#) per ricevere i dati del misuratore da Live For Speed ​​tramite UDP (usando OutGauge), che poi invia tramite USB (protocollo seriale) alla scheda Arduino. La scheda Arduino elabora i dati ricevuti e attiva le spie corrispondenti nel modulo cruscotto” Alex Rosiu

Finora gli abbaglianti, gli indicatori di direzione, il controllo della trazione, il freno di stazionamento, le luci del cambio e della linea rossa sono tutti collegati e funzionanti. I prossimi sulla lista sono i quadranti del serbatoio del carburante e della temperatura dell’acqua, prima di passare alla creazione di un cambio ad H dalle viscere di un joystick con feedback di forza.

È tutto collegato a Vivere per la velocitàe gli indicatori fisici imitano perfettamente i quadranti virtuali sullo schermo. Mentre siamo tutti per i display enormi e ad alta risoluzione qui a SlashGear, abbiamo anche un grande punto debole per autentici quadranti fisici, indicatori e luci intermittenti; perché un produttore di periferiche di terze parti non ha ancora riempito la nicchia per una dashboard autonoma per sim di corse?

[Thanks Andrew!]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *