Proprio come Subaru, GMC ha goduto dei vantaggi della recente ondata crescente di vendite di SUV, poiché la sua intera gamma è composta esclusivamente da veicoli commerciali o camion. La nuovissima GMC Terrain 2018 è l’ultima salva del costruttore con sede a Detroit nella battaglia per l’affetto degli acquirenti familiari di livello base che cercano un’opzione per pendolari fai-da-te.

Meccanicamente, la GMC Terrain 2018 prende gran parte del suo playbook dalla Chevrolet Equinox, anch’essa recentemente ridisegnata. Ciò significa che gli acquirenti possono scegliere tra un motore a benzina a quattro cilindri da 1,5 litri (170 cavalli) o 2,0 litri (252 cavalli), ciascuno dei quali è turbocompresso, nonché un quattro cilindri turbodiesel da 1,6 litri a risparmio di carburante (136 cavalli, 236 lb-ft di coppia). Le unità a gas sono abbinate a un cambio automatico a nove marce, mentre il turbodiesel mantiene il valore di traino di 3.500 libbre dell’ormai defunto V6 (oltre all’opzione della trazione integrale su tutta la linea). Gli occhi attenti noteranno anche l’assenza del mulino di base da 2,5 litri, poiché il Terrain è ora solo turbo.

L’approccio più alla moda del GMC Terrain per cinque passeggeri al segmento lo aiuta ad adattarsi meglio al sovraffollamento che ha visto i SUV compatti spingersi a vicenda nel percorso per corteggiare nuovi clienti. GMC ha inserito una notevole quantità di dispositivi di sicurezza nel terreno, dando al modello 2018 molte delle caratteristiche che sono disponibili anche con i suoi modelli sportivi più costosi e più grandi come l’avviso di collisione in avanti, l’assistenza al mantenimento della corsia e una visione surround sistema di telecamere.

Un hotspot Wi-Fi 4G LTE rimane di serie con il Terrain e anche il rivestimento di lusso Denali è ancora nel mix per coloro che desiderano aggiungere il maggior numero possibile di funzionalità premium all’elenco delle opzioni. Gli interni del GMC Terrain 2018 si trasformano in un mix più piacevole di plastica e pelle (disponibile), e lo stile esterno meno squadrato del veicolo non solo modernizza gli spunti di design del SUV di GM, ma si traduce anche in una migliore aerodinamica.

Cronologia della storia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *