Shutterstock

Sappiamo tutti che la pratica rende perfetti, specialmente con qualcosa di così capriccioso come la cottura al forno. Come LifeHacker(insieme a molti altri punti vendita) può attestare,la cottura può essere considerata sia una scienza che un’arte, quindi è logico che alcuni che si considerano cuochi accettabili possano avere un piccolo problema con l’esatta precisione necessaria quando si cimentano per la prima volta nella cottura.

E se torte e biscotti sono difficili per alcuni panettieri alle prime armi, cuocere il pane può essere considerato un livello completamente nuovo di difficoltà.Sapore di casa descrive in dettaglio l’intricato processo di lievitazione del pane e fornisce una spiegazione del motivo per cui potresti avere qualche problema con i tuoi primi o anche successivi tentativi di diventare un “vincitore” del pane, per così dire.

La prova è, beh… la prova

Pane a lievitazione naturaleShutterstock

SecondoSapore di casa, esistono quattro diversi metodi di lievitazione collaudati: “lievitazione a temperatura ambiente”, lievitazione in forno, “lievitazione con una pentola a cottura lenta” o lievitazione in cassetta. Ogni metodo ha i suoi vantaggi e tutti possono funzionare se eseguiti correttamente. Ma il bello è che se non fai lievitare correttamente il tuo pane, non importa cos’altro fai, semplicemente non lieviterà. Una cattiva impermeabilizzazione può portare a “un fermaporta piatto e denso piuttosto che una bella pagnotta soffice” se non fai lievitare abbastanza a lungo, e d’altra parte, se fai lievitare troppo a lungo, “l’impasto finirà per crollare”.

Quindi, come ti assicuri che la prova sia perfetta? Suggeriscono di lavorare sui tempi e sulla temperatura finché non ne trovi uno che dia risultati. Se ti sembra che tu stia sovraimpermeabilizzando, lascialo dentro per meno tempo o a una temperatura più bassa e viceversa per la sottoimpermeabilizzazione.

Se ancora non funziona, potrebbe essere anche il lievito. Per sicurezza, consigliano di usare sempre “lievito fresco” e di investire “in un termometro per aiutare il lievito a portare a termine il lavoro”. E ora che sei armato di questa conoscenza illuminata, confidiamo che vedremo i tuoi migliori post di panificazione su Instagram da un giorno all’altro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *