Ishmael Butler e Shabazz Palaces tornano sulla scena con Lese Maestà.

Immagine: Foto per gentile concessione di Patrick O’Brien-Smith

Shabazz Palaces occupa il suo posto unico nella scena musicale di Seattle e non ha fretta di omogeneizzare. Il leader vocale del duo hip-hop sperimentale Ishmael Butler (alias Palaceer Lazaro) fa del suo meglio per espandere attivamente la coscienza artistica della città, attraverso la musica degli Shabazz Palaces o il collettivo artistico Black Constellation (che ha esposto i suoi lavori al Frye Art Museum). Dopo aver fatto impressione con il debutto integrale acclamato dalla critica del 2011 nero su,Shabazz Palaces torna ufficialmente oggi con l’uscita del suo secondo LP Sub Pop,Lese Maestà. L’album continua nero sula progressione sonora di 18 brani trippy organizzati in sette suite che creano un viaggio sonoro diverso da qualsiasi altra cosa nel panorama sonoro di Seattle. Il gruppo festeggia Lese Maestàl’arrivo con uno spettacolo di rilascio questo venerdì 1 agosto al Neumos.

Per la nostra ultima Fiendish Conversation, abbiamo parlato con Butler del nuovo disco, dell’importanza di diversificare la produzione artistica e del difetto di cercare sempre di capire tutto.

Qual è il tuo aspetto preferito? Lese Maestà?

Cerchiamo sempre di metterci in una situazione in cui possiamo catturare cose che accadono istintivamente. Quindi abbiamo avuto la fortuna, anche se è stata una lenta fatica, di costruire il nostro studio e di inserire l’attrezzatura nelle stanze e costruire lo spazio per personalizzarlo. Quindi, ascoltando di nuovo, mi rendo conto e ho la possibilità di ascoltare alcune delle cose più istintive e impulsive che siamo stati in grado di catturare. Quindi è eccitante per me.

C’erano cose specifiche su cui hai provato a esplorare? Lese Maestà per distinguerlo da nero su?

Non penso consapevolmente, ma è stato un periodo di tempo così lungo, così tanti spettacoli in mezzo, che sono sicuro che ci sia stato un cambiamento. Anche nel titolo “The Phasing Shift” ci è venuto in mente questo tipo di cose. Penso che la suite che apre l’album lo rappresenti, in un certo senso, dal punto di vista sonoro. Voglio dire, sento che tutte le cose che potremmo spiegare o di cui parlare sono davvero nella musica, sai? Non per essere schivo o altro.

Non penso consapevolmente, ma è stato un periodo di tempo così lungo, così tanti spettacoli in mezzo, che sono sicuro che ci sia stato un cambiamento. Anche nel titolo “The Phasing Shift” ci è venuto in mente questo tipo di cose. Penso che la suite che apre l’album lo rappresenti, in un certo senso, dal punto di vista sonoro. Voglio dire, sento che tutte le cose che potremmo spiegare o di cui parlare sono davvero nella musica, sai? Non per essere schivo o altro.

Lo spettacolo dal vivo di Shabazz Palaces è atipico nel regno dell’hip-hop. Entrambi suonate costantemente degli strumenti ed evitate del tutto la tipica routine dell’MC che corre sul palco. Ti senti legato agli strumenti sul palco o ti fanno sentire più coinvolto nella performance?

Ci sentiamo sempre come se vorremmo avere più cose sul palco con noi; più strumenti. Non so perché, ma sento che ci sono solo pochi ragazzi che possono stare lassù e rappare. Probabilmente direi che una percentuale a una cifra delle persone che lo fanno può farlo in modo efficace e divertente. Quindi ci sentiamo sempre come, amico, dobbiamo fare qualcosa quassù, sai? Dobbiamo fare qualcosa per supportare queste parole.

Quali MC ti senti a quel livello in cui possono stare lassù e rappare?

Penso Lil Wayne. A molti giovani gatti piacciono quelli di Chicago, come Lil Herb e Chief Keef. Molti dei ragazzi più giovani hanno quell’energia davvero sfrenata, fiducia ed esuberanza. E penso che la maggior parte delle persone che provano a farlo, e non sono brave a farlo, stanno solo imitando qualcosa. Non puoi imitare l’essenza. Sai cosa voglio dire? Ecco perché risulta deludente o poco brillante.

In che modo avere progetti artistici al di fuori di Shabazz Palaces, come Black Constellation, aiuta a liberare il tuo processo creativo e ti aiuta a ottenere il massimo dalla tua musica?

Più che liberarlo, fornisce un’atmosfera di pressione confortevole. Questo è fornito da esseri umani e artisti esemplari nei loro particolari sforzi; creare e scambiare sempre a un livello che mi fa sentire come se dovessi avere disciplina e avere un’etica del lavoro che mi aiuti a fare cose che mi tengono in lega. Tienimi nella conversazione. Tienimi in grado di essere considerato nello stesso tipo di regno delle persone con cui corro. Quindi, è fondamentale in termini di tenermi sveglio.

Hai qualche tipo di routine pre-spettacolo?

Umeah, ma e’ intimo amico, lo sai? È roba dentro. Ma non è illegale nello stato di Washington, te lo posso dire.

E se non fossi un musicista, c’è un’altra linea di lavoro che pensi avresti potuto perseguire?

Gia’, penso che farei il pasticcere.

Hai una specialità di pasticceria?

Velluto rosso. E mi piacciono le torte a strati, amico. Qualsiasi tipo però: cocco, cioccolato, velluto rosso.

Sento spesso persone dire che non “capiscono” completamente o non capiscono appieno la musica degli Shabazz Palaces, e immagino che tu senta lo stesso. Diventa frustrante?

Da dove viene l’idea che si deve capire tutto, e se non riesci a capirlo, allora in qualche modo c’è qualcosa di sbagliato intrinsecamente nella cosa? Sai? Ad esempio, la distanza che puoi vedere – dipende dalla tua visione, non da cosa c’è là fuori. Vedi cosa sto dicendo? E, di nuovo, stiamo parlando un inglese semplice; è fatto in determinate combinazioni di lettere e parole e frasi. Se devi stare comodo e digerire solo ciò che ti è familiare, allora sì, voglio dire che forse questa musica semplicemente non fa per te. Ma l’idea che sia difficile da “ottenere” non la conosco. Forse questo non è un limite della musica è quello che sto dicendo. E non sto cercando di puntare il dito contro nessuno, ma, voglio dire, lo sai.

Se ascolto qualcosa, non sto cercando di metterci sopra il mio requisiti. Sto cercando di ricavarne qualcosa di nuovo; aprendo la mia mente a un nuovo pensiero. Ma capisco che non tutti vogliono questo dalla loro musica. Molte persone vogliono solo il comfort della familiarità, e qualsiasi cosa al di fuori di questo è in qualche modo stridente.

Palazzi Shabazz: Lese Maestà Mostra di rilascio1 agosto alle 9, Neumos, $ 15

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *