Il collaboratore di Outsider.com Marty Smith ha ragione: l’iconica capacità di scrivere canzoni di David Lee Murphy è tutto ciò che afferma nei testi, capace di “rara capacità di resistenza che migliora solo con il tempo”. Anche le più grandi star della musica country come Justin Moore non sono immuni alla magia stravagante e alla soggezione che provano quando sono in presenza di DLM.

È evidente che Justin Moore apprezzi la resistenza di Murphy nel regno della musica country, una formula che molti hanno trovato difficile da decifrare. I due hanno rispetto reciproco e amore fraterno l’uno per l’altro. È riconoscibile nel modo in cui le due icone del paese parlano l’una dell’altra.

Quando Marty Smith ha chiesto a Moore della sua esperienza nello scrivere canzoni con Muprhy, ha risposto con nient’altro che umiltà e gratitudine per la leggenda di Nashville.

“Essere stato in grado di incontrare e diventare amico di DLM è qualcosa di speciale per me”, ha detto Moore a Smith. “Quindi, aggiungi che abbiamo scritto tonnellate di canzoni insieme, il che lo rende ancora più speciale. Ma avere la possibilità di esibirsiPolvereinsieme? Più volte? Questa è la ciliegina sulla torta”.

David Lee Murphy e Justin Moore: un incontro fatto nel paradiso della musica country

Durante l’Off the Beaten Path Tour di Justin Moore nel 2014, le menti della musica country sono rimaste senza fiato quando Moore ha invitato Murphy sul palco di uno spettacolo in West Virginia.

“Portatelo qui per fare una delle sue classiche canzoni di musica country”, iniziò Moore. “Signore e signori, aiutatemi a dare il benvenuto sul palco al signor David Lee Murphy!”

Murphy si pavoneggiava con la sua tipica giacca di pelle e il berretto da baseball mentre la band iniziava a suonare la canzone elettrica ed energizzante “Dust on the Bottle”.

Quando ha iniziato a cantare la sua hit numero 1 del 1995, la folla si è unita ai due per cantare insieme. Cantando da solista per la maggior parte della canzone, Murphy ha presto chiesto a Justin Moore e all’atto di apertura Randy Houser di unirsi a loro. La folla, alimentata dall’energia che solo la musica dal vivo può fornire, ha terminato la canzone mentre i ragazzi di campagna festeggiavano insieme sul palco.

Murphy ha rinunciato per il cantante di “Point at You” e i due si sono abbracciati prima che lui lasciasse il palco. Davvero un momento incantevole inciso per sempre nella storia della musica country.

Più tardi, nel maggio 2018, il dinamico duo si sarebbe incontrato di nuovo. Quando Moore è stato il protagonista del Ryman per la prima volta, i fan erano sul bordo dei loro posti quando Moore ha portato Murphy sul palco. Insieme, hanno fatto la storia di Ryman quando ancora una volta, il duo ha cantato il preferito di tutti “Dust on the Bottle”.

Moore continua: “Dal momento in cui la canzone entra in gioco, c’è un’energia che scorre attraverso qualsiasi luogo in cui la suoni, che semplicemente non c’era prima. È un tipo di esperienza spirituale. E stiamo parlando decenni dopo che è uscito. Roba piuttosto speciale. “

Nel 2018, e fresco del suo terzo album consecutivo n. 1, Moore ancora una volta ha tirato fuori Murphy quando si è esibito all’Owensboro Sportscenter in Kentucky.

David Lee Murphy crea una hit country con Moore

Nel 2019, la fusione delle menti sarebbe continuata quando Murphy ha collaborato al grande successo di Moore, “Why We Drink”. Indubbiamente la canzone ha scalato rapidamente le classifiche di “Billboard Hot Country”.

“È emozionante”, ha detto Moore. “Ogni volta che puoi pubblicare una canzone come “The Ones That Didn’t Make It Back Home”, che è emotivamente drenante, è bello avere una canzone divertente per seguirla “, ha detto. “Il fatto che i fan lo stiano apprezzando, ed è nella Top 15 e l’arrampicata è sicuramente eccitante.”

Leave a Reply