le-cattura-letale-sig-hansen-nomi-quello-che-devi-essere-capitano-nave

C’è un motivo se si chiama “La cattura più letale”. Il mare è ostile, gelido e spietato. Per guidare una nave e un equipaggio in queste condizioni ci vuole fegato. E alla fine della giornata, comandare un peschereccio richiede una mentalità imprenditoriale. Secondo Sig Hansen, mantenere uno spirito imprenditoriale è un fattore chiave per essere un capitano di una barca da granchio.

Sig Hansen è stato un appuntamento fisso in “Deadliest Catch” da quando è iniziato nel 2005. Nel corso di oltre 220 episodi, Hansen e la sua nave, la Northwestern, hanno trasportato una quantità impressionante di granchi. Hansen ha riscontrato un successo duraturo in una delle industrie più difficili del pianeta. Si può attribuire a diverse cose. Ma durante un’intervista con Villaggio dei media ad aprile, ha parlato di una cosa specifica che devi avere per essere un capitano.

“Per essere un capitano, devi essere un imprenditore. Devi avere quello spirito”, ha detto Hansen.

Il pensiero gli venne in mente dopo aver versato su un taccuino della sua giovinezza. Era pieno di idee per invenzioni. Nell’intervista, Hansen ha discusso della sua volontà di innovare quando si tratta di pesca. Ha sperimentato diverse tecniche che oggi sono considerate best practice.

Un tempo, la definizione di “imprenditoriale” di Hansen potrebbe aver incluso la priorità a se stesso e all’equipaggio della Northwestern. In questi giorni, però, quella mentalità è un po’ cambiata. Con le implicazioni della pandemia di COVID-19, Hansen e gli altri capitani di “Deadliest Catch” hanno accettato di lavorare con un po’ più di collaborazione. Se questo suona sorprendente, è perché lo è. Lavorare insieme ad altri equipaggi non è facile per questi pescatori.

“Come pescatori, vogliamo mantenere alti i numeri e siamo sempre per noi stessi. Siamo sempre per noi stessi, molto competitivi. Il lavoro di squadra non ha sempre pagato”, ha detto Hansen.

“Il capitano Sig Hansen di Deadliest Catch parla al pubblico dello show”

Per un reality show di avventura di Discovery Channel, “Deadliest Catch” ha avuto una corsa piuttosto leggendaria. A partire dal 2005 gli ha fornito un incredibile riconoscimento del nome. Non possiamo parlare per tutti, ma sappiamo che molti di voi Outsiders non possono resistere a sintonizzarsi su un episodio durante la navigazione del canale. Quel potere di resistenza ha permesso a intere famiglie di crescere intorno allo spettacolo.

In un’intervista di agosto con Connetti FM,Hansen ha parlato dell’appello generazionale.

“Non posso dirti quante volte ho sentito famiglie venire da me ? Mio nipote guarda ‘La cattura più mortale’ o mia nipote o mia madre o mio padre. È solo una cosa generazionale in cui penso le famiglie lo guardano insieme”, ha detto Hansen. “E penso ancora che sia una buona cosa, anche se questo è un fattore pericoloso in “Deadliest Catch”, hai quell’etica del lavoro che tutti i ragazzi hanno lassù. pensa solo che è importante che le persone lo vedano.”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *