C’è stato un grande clamore sul controller Stadia che ha finalmente ottenuto il supporto per l’audio USB-C, ma sembra che non fosse l’unica cosa che Google stava preparando per quella porta. È stato decisamente inaspettato che Google stia cercando di utilizzare quella porta USB-C per collegare un controller cablato di terze parti al controller Stadia wireless. E no, non si tratta di offrire ai giocatori un modo più economico per collegare un secondo giocatore indipendente a Stadia.

Sebbene le piattaforme Stadia supportate come Android e PC ti consentano di utilizzare controller di gioco USB cablati, lo stesso non vale per Chromecast o altri dispositivi che accettano solo input wireless. Avrai bisogno del controller Stadia per connetterti in modalità wireless a Stadia, il che esclude molti controller e dispositivi di input di terze parti. Ora puoi collegare quel controller al controller Stadia tramite la porta USB-C di quest’ultimo, ma c’è un dettaglio importante che i giocatori dovranno tenere a mente.

Quando connesso tramite questa modalità Tandem, Stadia vede solo il controller Stadia connesso in modalità wireless. Qualsiasi input proveniente dal controller secondario passa attraverso il controller Stadia e viene trattato come se provenisse anche dal controller principale. Sebbene sia possibile utilizzare contemporaneamente sia il controller Stadia che il dispositivo di input collegato, Stadia vedrà davvero solo un flusso combinato di input.

Questa disposizione apparentemente strana è pensata principalmente per le opzioni di accessibilità, consentendo ai giocatori di connettere qualcosa come Xbox Adaptive Controller. Tuttavia, può essere utilizzato anche per connettere altri controller, ma lo scopo principale è l’accessibilità e la modalità amico “cooperativa”, non per consentire a un secondo giocatore di connettersi a Stadia basato su Chromecast senza un controller wireless. Detto questo, in realtà è possibile collegare ogni controller Stadia in modalità wireless a Stadia per accedere anche alla modalità Tandem.

L’altro problema è che la modalità Tandem non accetta solo controller di gioco di terze parti e ha solo una lista bianca di prodotti accettati. È ancora sperimentale, tuttavia, e c’è la possibilità che l’elenco possa essere ampliato in futuro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *