La NASA sta attualmente lavorando su una delle missioni che verranno lanciate su Artemis I. La missione è Near-Earth Asteroid Scout o NEA Scout. Gli ingegneri della NASA hanno nascosto NEA Scout all’interno del razzo Space Launch System al Kennedy Space Center in Florida. La navicella spaziale è uno dei numerosi carichi secondari che sta per entrare in orbita a bordo dell’Artemis I.

Artemis I è il primo volo integrato della navicella spaziale SLS e Orion. NEA Scout è una piccola navicella spaziale delle dimensioni di una grande scatola da scarpe confezionata in un dispenser attaccato all’anello adattatore che collega il razzo SLS e la navicella spaziale Orion. La missione Artemis I è senza equipaggio e fornisce il trasporto nello spazio profondo per più CubeSat, offrendo a veicoli spaziali come NEA Scout e altri l’opportunità di raggiungere la luna e oltre.

NEA Scout è un veicolo spaziale notevole perché è la prima missione interplanetaria che utilizza la propulsione a vela solare. La NASA ha eseguito diversi test sulla vela nell’orbita terrestre ed è pronta a dimostrare che il nuovo tipo di propulsione può essere utilizzato per andare in nuovi posti e svolgere attività scientifiche. La navicella utilizzerà bracci in lega di acciaio inossidabile per dispiegare una vela in pellicola di plastica rivestita di alluminio più sottile di un capello umano e delle dimensioni approssimativamente di un campo da squash.

Quella superficie velica significativa genera spinta riflettendo la luce solare. I fotoni rimbalzano sulla vela solare dandogli una spinta dolce ma costante. Nel tempo, la spinta costante può accelerare il veicolo spaziale a velocità molto elevate permettendogli di navigare nello spazio e raggiungere il suo asteroide bersaglio. La propulsione di questo tipo è particolarmente utile per veicoli spaziali piccoli e leggeri incapaci di trasportare grandi quantità di carburante per razzi convenzionale.

NEA Scout è un precursore di un’altra missione della NASA che utilizzerà la propulsione a vela solare chiamata Solar Cruiser. Quella navicella utilizzerà una vela 16 volte più grande e dovrebbe volare nel 2025. NEA Scout intraprenderà un viaggio di due anni verso un asteroide vicino alla Terra ed è dotato di una fotocamera scientifica per catturare immagini dell’asteroide con risoluzione fino a quattro pollici per pixel. I dati aiuteranno gli scienziati a comprendere meglio una classe più piccola di asteroidi che misurano meno di 100 metri di diametro e che non sono stati precedentemente esplorati.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *