Con una mossa che rende la dichiarazione più chiara possibile senza dire l’ultima parola, Ubuntu ha impostato un timer con le parole “tick, tock, tablet time” allegate, allineandosi perfettamente con l’evento HTC di domani mattina. Se c’è una cosa che è chiara nel mondo del giornalismo tecnologico, è che non esiste una coincidenza – e mai più che in situazioni come queste. Le porte si aprono alle 9:15 EST per un inizio alle 10:00 a New York City – La rivelazione di Ubuntu sembra essere pronta per l’inizio dell’evento.

Abbiamo visto una dimostrazione del sistema operativo mobile Ubuntu all’inizio di quest’anno al CES 2013 e l’abbiamo trovata interessante, se non abbastanza stuzzicante da volerlo usare su uno smartphone altrimenti basato su Android nel prossimo futuro. Al momento quel sistema operativo funziona abbastanza bene sul Samsung Galaxy Nexus, un dispositivo che altrimenti eseguirebbe la versione più semplice di Android di Google. Poiché entrambi i sistemi hanno radici molto simili, Ubuntu può essere hackerato abbastanza facilmente.

Vorrai anche sapere che Ubuntu ha già un po’ di software che puoi eseguire facilmente sul tuo dispositivo Android: Ubuntu per Android. Questo software (come mostrato nel video dimostrativo di seguito) ti consente di lavorare in un’interfaccia utente Android familiare quando sei sul tuo smartphone e in una bella modalità desktop quando sei connesso a uno schermo più grande con l’uscita HDMI (o qualsiasi metodo di mirroring tu generalmente funzionano.) Questo sarebbe il punto di partenza perfetto per un tablet Ubuntu.

Ma qual è il punto di tutto questo se è closed-source? Quello che speriamo, contro ogni speranza, qui è un vero e proprio ambiente aperto come quello a cui HTC si è scaldato negli ultimi due anni. Se l’iniziativa Bootloader Unlock di HTC è indicativa, probabilmente vedremo un’eccellenza più aperta e gratuita nel prossimo futuro. Ti suona bene?

htctab-1

htctab-1

Nota anche: HTCGlobal ha pubblicato oggi un’immagine di una serie di dispositivi coperti, ognuno dei quali piuttosto piccolo, tranne uno più vicino alla fotocamera. È un tablet Ubuntu che vediamo? Potrebbe essere! Unisciti a noi domani quando il conto alla rovescia è scaduto proprio qui su SlashGear – saremo in diretta sia da New York City che da Londra – doppia copertura per tutti!

Cronologia della storia

Leave a Reply