nfl-schedule-week-6-non-ha-giovedì-notte-partita-di-calcio-e-twitter-cant-handle-it

La stagione NFL 2020 è già stata riempita con alcune modifiche al programma senza precedenti, e ora un altro shuffle del programma della settimana 6 ha cancellato “Thursday Night Football” e i fan non sono contenti.

All’inizio di questa settimana, la NFL ha presentato una partita del martedì sera solo per la seconda volta negli ultimi 70 anni della lega. Il concorso tra i Tennessee Titans e i Buffalo Bills è stato rinviato a causa di test COVID-19 positivi all’interno dell’organizzazione Titans. Dal momento che la NFL ha ritardato quella partita, ha giocato un ruolo importante nella decisione della lega di annullare la partita di giovedì sera della settimana 6.

I Bills avrebbero dovuto affrontare giovedì i Kansas City Chiefs. Tuttavia, una pausa di meno di due giorni non era semplicemente gestibile per la squadra. Pertanto la NFL ha spostato la partita di giovedì sera di Buffalo a lunedì sera alle 17:00 EST. I Bills riprenderanno il loro regolare programma nella settimana 7 contro i New YorkJets.

I programmi di un totale di 10 squadre della NFL sono stati influenzati da giocatori e personale risultati positivi al COVID-19. I Titans sono stati colpiti più di qualsiasi altra squadra, avendo ora due delle prime cinque settimane di partite rinviate e riprogrammate. La lega ha persino chiuso le strutture per la pratica del Tennessee a seguito dei risultati positivi dei test di 23 giocatori e personale all’interno della franchigia.

Altre modifiche al programma della NFL all’orizzonte

Inoltre, la NFL potrebbe dover affrontare ulteriori cambiamenti di programma nel prossimo futuro. Gli Atlanta Falcons dovrebbero giocare contro i Minnesota Vikings domenica. Tuttavia, Atlanta ha dovuto chiudere le proprie strutture giovedì a causa di molteplici casi positivi di COVID-19. Allo stesso modo, quella partita potrebbe essere posticipata in modo simile al matchup Titans-Bills, o addirittura riprogrammata per una settimana di gioco completamente diversa.

La Lega, infatti, sta discutendo la possibilità di aggiungere una 18a settimana a causa di tutti i cambi di programma. Il capo medico della NFL, Allen Sills, afferma che è più probabile di uno scenario di bolla come quello utilizzato dall’NBA per finire la stagione.

“La bolla non è infallibile con le infezioni”, ha spiegato Sills a Jonathan Jones di CBS Sports. “Non elimina la necessità di tutte le nostre altre strategie di mitigazione. In effetti, l’infezione può diffondersi più rapidamente all’interno di una bolla se si ottiene introdotto perché tutti sono insieme in spazi ristretti E poi devi considerare l’aspetto mentale, emotivo e comportamentale e solo umano di questo.

“Quindi per tutte queste ragioni in questo momento oggi non riteniamo che sia la linea d’azione più sicura per noi. Abbiamo costantemente affermato che rivalutare tutte queste decisioni lungo la strada e fare ciò che pensiamo è la decisione più sicura. Tutte le opzioni rimangono sul tavolo, ma questo è il nostro pensiero oggi”, ha concluso Sills.

[H/T CBS Sports]

Leave a Reply