L’anno scorso è stato scoperto che alcune auto Tesla avevano all’interno telecamere rivolte verso la cabina. All’epoca, il CEO Elon Musk ha chiarito che lo scopo di quelle telecamere era più un deterrente che una prova contro gli atti vandalici del futuro robotaxi. Non doveva in alcun modo essere utilizzato per garantire la sicurezza di conducenti e passeggeri tenendo d’occhio l’attenzione dei conducenti. Sembra, tuttavia, che gli eventi recenti possano aver finalmente forzato le mani di Musk e un nuovo aggiornamento consente finalmente di utilizzare la telecamera della cabina per la funzione pilota automatico di Tesla.

Tesla, in particolare Musk, ha insistito a lungo sul fatto che il pilota automatico non significa ciò che significa veramente la parola. Non è pensato per una guida totalmente a mani libere e senza conducente e richiede comunque l’attenzione del conducente. Richiede anche che i conducenti abbiano le mani sul volante e i sensori rileveranno se non lo è e emetteranno avvisi acustici.

Ciò, tuttavia, ovviamente non è stato sufficiente e gli eventi recenti mostrano che il giudizio umano e la tecnologia non hanno ancora raggiunto un punto tale che anche tali sistemi di assistenza alla guida possano essere considerati completamente sicuri. Sebbene molte case automobilistiche utilizzino già le telecamere in cabina per monitorare i conducenti, Musk considerava la tecnologia ancora inadeguata o inutile.

È sia sorprendente che un po’ prevedibile, quindi, che un aggiornamento software stia finalmente cambiando le cose. Come riportato da un nuovo proprietario della Model Y, la telecamera della cabina ora può essere utilizzata per determinare se un conducente è disattento quando è attivata la modalità Autopilota. Ancora più importante, probabilmente rileverà se c’è un conducente seduto lì in primo luogo e disabiliterà il pilota automatico se non c’è.

La telecamera della cabina apparentemente funziona in combinazione con i sensori del volante originali, il che è probabilmente una buona cosa per l’affidabilità. L’aggiornamento rileva inoltre che i dati dalla fotocamera non escono dall’auto a meno che tu non abbia effettivamente accettato e abilitato la condivisione dei dati.

Cronologia della storia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *