Noam Galai/Getty Images

Grub Street ha messo sotto i riflettori una pasticceria che doveva essere svelata al Dominique Ansel Bakery a New York City, nel 2013. Lo scrittore, Hugh Merwin, ha detto che la pasticceria è stata un po’ una svolta perché metteva in mostra una tecnica che in realtà non era mai stata realizzata prima con molto successo e implicava, almeno per chi non lo sapesse, l’atto di friggere l’impasto del croissant in una profonda vasca di olio ed emergente con una ciambella dall’altra parte.

Quella creazione, nota come cronut, è nata dalla consapevolezza di Ansel che la sua panetteria non aveva l’unica base che tutti gli altri facevano con una ciambella. E mentre Ansel ha spiegato che aveva già mangiato ciambelle, CN Traveller ha anche detto che era più innamorato dell’impasto leggero e burroso meglio rappresentato da un croissant, che non della pesante palla di pasta con un velo di grasso e zucchero semolato che una ciambella fatta male può essere. E fu allora che si mise al lavoro.

Ci sono volute più di 10 ricette allo chef Dominique Ansel per ottenere il cronut giusto

I cronut di Dominique AnselNoam Galai/Getty Images

A quanto pare, sposare la forma della ciambella con l’impasto di un croissant per creare il cronut non era così semplice come sembrava. Come Ansel ha poi rivelato a CN Traveller nel 2016, gli ci sono voluti tre mesi e ha sperimentato più di 10 ricette prima che fosse soddisfatto della ricetta che usa oggi. “Penso a qualcosa che voglio fare, analizzo la ricetta e poi la provo partendo da una ricetta che ho o che mi creo io. La modifico giorno dopo giorno, e la provo ogni giorno. La provo 60 o 70 volte prima di ottenere qualcosa che mi piace, e continuiamo a modificare dopo il lancio”, ha detto Ansel a The Village Voice nel 2013 (tramite Web Archive).

Ogni giorno, la produzione di cronut presso Dominique Ansel Bakery oscilla tra 500 e 600 (tramite YouTube), rispetto ai 350 che produceva prima. Tuttavia, fare il cronut non si è realmente evoluto per diventare un processo più efficiente. Occorrono ancora tre giorni, dall’inizio alla fine, per preparare tutto, dalla ganache e la pasta frolla (giorno uno), al processo di laminazione (giorno due ), e poi il taglio e la frittura (terzo giorno), secondo Quattro.

Dominique Ansel ha creato altri pasticcini innovativi dopo il cronut

diversi pasticcini in mostra da Dominique AnselNami Uchida / Shutterstock –>

Anche se è andato avanti e ha creato altre memorabili creazioni di pasticceria come il “frozen s’more”: un intruglio di marshmallow ripieno di gelato alla vaniglia ricoperto di wafer al cioccolato (tramite Archivio Web), possiamo solo immaginare che Dominique Ansel avrà sempre un debole per la pasticceria che ha cementato la sua posizione nella cultura pop. Ha detto: “Amo il Cronut, penso che sia un ottimo prodotto. È diverso e insolito, e sono contento di avere così tanti fan. Mi dà la possibilità di mostrare tutte le altre cose. E non voglio trasformarsi in un negozio di Cronut, ne facciamo il più possibile ogni giorno, ma continuiamo a innovare e a fare cose nuove”.

Tuttavia, Ansel si impegna a tenere d’occhio i suoi cronut, in modo che le persone che hanno viaggiato in lungo e in largo per godersi un originale Ansel sappiano che il loro tempo e denaro sono ben spesi. Spiega anche perché, anche dopo così tanti anni, la popolarità del cronut originale resiste, anche dopo che il leggendario pasticcere ha scelto così generosamente di condividere la sua ricetta in un libro.

Dominique Ansel ha condiviso la sua ricetta con il pubblico

Fare una sfoglia laminata per il cronutStudio Roux/Shutterstock

Mentre le ricette possono essere notoriamente volubili, la ricetta di Dominique Ansel per il cronut, che appare nel suo libro “The Secret Recipes” sembra essere buona come promette, o almeno così dice un aspirante fornaio di PopSugar che ha messo le mani sul libro e deciso di provarci. Come menziona Ansel, il piatto ha impiegato tre giorni dall’inizio alla fine: il primo giorno per preparare l’impasto, il secondo per montare la ganache e il terzo per dare all’impasto la possibilità di arrivare dove deve essere, quindi è pronto per essere fritto.

Anche se potrebbe sembrare un sacco di lavoro e un impegno di tempo che pochi di noi possono fare, potrebbe valere la pena provare anche solo per scoprire quanto sia semplice fare la pasta sfoglia laminata è più semplice di quanto sembri. E mentre il tuo cronut potrebbe non essere abbastanza buono per lo chef Ansel, potrebbe essere perfetto per quelle volte in cui vuoi un cronut e nessuno è a portata di mano. Assicurati solo di concederti tre giorni per portare a termine il lavoro, perché se Dominique Ansel ha bisogno di così tanto tempo, lo farai anche tu.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *