Shutterstock

Ci sono molti diversi tipi di hot dog, che vanno da sgradevoli cani da fast food a varie strane creazioni di hot dog in tutto il mondo. Dipende dall’individuo quale stile particolare è il migliore, ma puoi stare certo che l’hot dog in stile Chicago è sempre nel mix quando si discute della supremazia dell’hot dog. La prelibatezza preferita a tema salsiccia della Windy City è nota per il suo delizioso panino ai semi di papavero, il suo approccio “trascinato attraverso il giardino” ai condimenti e una forte avversione per il ketchup – così come, il più delle volte, una salsiccia di manzo viennese.

Non è un caso che il famoso cane in stile Chicago di solito sia costruito attorno a un delizioso hot dog di manzo di Vienna. La salsiccia, così come l’azienda che lo produce, ha una storia lunga e leggendaria, che ha cementato il loro posto negli annali della storia. Diamo un’occhiata alla verità non detta degli hot dog Vienna Beef.

Le origini degli hot dog di manzo viennese

Cartellone di manzo vienneseRon Vesely/Getty Images

La Vienna Sausage Manufacturing Company si è scatenata sul mondo incauto all’Esposizione Colombiana e all’Esposizione Universale di Chicago nel 1893. Un anno dopo, i suoi fondatori – due immigrati austro-ungarici chiamati Samuel Ladany ed Emil Reichel – hanno aperto il loro primo negozio e il loro prodotto era un tale enorme successo che nei decenni successivi l’azienda si è espansa e la sua influenza si è diffusa a macchia d’olio.

Per Chicago Mag, il nome dell’azienda non era casuale, poiché i suoi fondatori avevano infatti imparato il mestiere a Vienna, la capitale dell’Austria. La caratteristica parte “manzo” sia del nome che del loro prodotto derivava dal fatto che la coppia era ebrea e, in quanto tale, evitava l’uso di carne di maiale. Il loro prodotto si è rivelato un vincitore assoluto, ma non sapevano che le loro salsicce stavano per entrare negli annali della storia del cibo, grazie alla loro associazione con il famoso hot dog di Chicago.

In effetti, i due concetti sono così intrecciati che si stima che il 90 percento di tutti i chioschi di hot dog di Chicago utilizzi salsicce Vienna Beef.

L’ascesa dell’hot dog di Chicago

Hot dog in stile ChicagoShutterstock –>

Vienna Beef in realtà non ha creato il famoso hot dog in stile Chicago, ma il loro prodotto è stato un ottimo fulcro per l’istituzione culinaria probabilmente più famosa della città (scusa, pizza profonda). Secondo Ristorazione Chicago, ci sono varie storie sulla nascita della leggenda, ma il resoconto generalmente accettato è che l’attuale forma della prelibatezza abbia avuto inizio nel 1929. Era il periodo della Grande Depressione, ed era difficile trovare lavoro e denaro . Abe “Fluky” Drexler, figlio di un fruttivendolo, ha risolto entrambi i problemi quando ha convertito un carrello di verdure in un chiosco di hot dog e ha iniziato a vendere un articolo che ha chiamato il Depression Sandwich – un giro sulla salsiccia-on-a-bun che era carico di verdure e condito con sale di sedano.

Questo approccio disordinato, ma delizioso “banchetto su un panino” costa solo un nichelino, ed è stato così allettante per le persone che prima che tu potessi dire “niente ketchup”, altri aspiranti venditori di hot dog hanno iniziato a entrare in azione. Nel frattempo, le salsicce di manzo viennese erano sulla buona strada per diventare il prodotto a base di carne di fast food preferito della città del vento.

Henry Davis, l’uomo che ha trasformato Vienna Beef in un chiosco di hot dog

Henry Davis e moglieFacebook

Ogni azienda di successo ha un numero di persone fondamentali che l’hanno aiutata a trasformarsi da un emergente sgangherato in un colosso del loro settore. In un post del 2018 sulla pagina Facebook Vienna Beef, l’azienda ha celebrato una delle sue figure più importanti, Henry Davis. “Henry Davis, un venditore di manzo viennese di lunga data, è conosciuto come il ‘padre del moderno chiosco di hot dog'”, si legge nel post. “Egli è l’unico accreditato con l’apertura di centinaia di stand con il marchio Vienna negli anni ’40 e ’50. Henry avrebbe prestato denaro ai clienti e avrebbe dato loro segni che aiutassero a pubblicizzare sia il ristorante del cliente che il manzo di Vienna!”

Creare il chiosco di hot dog che i consumatori moderni conoscono e amano è un risultato in sé. Ancora più importante, per un’azienda che si occupava di un prodotto così intrecciato con la Grande Depressione, essere un socio in affari così comprensivo e disponibile deve essere stato un vero toccasana per molti ristoratori. Questo tipo di buona volontà deve essere stato abbastanza buono per Affari di manzo viennese. Infatti, in un’intervista del 2016 con il Chicago Tribune, Il CEO di Vienna Beef Jim Bodman ha dichiarato apertamente che mentre le loro salsiccesonosuperiori alla concorrenza, le associazioni positive dell’azienda nella mente del pubblico sono infatti il ​​suo bene più prezioso. Alla domanda su cosa rende un hot dog di Chicago il migliore in circolazione, Bodman ha semplicemente affermato: “Ricordi”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *