[CEATEC 2014] A prima vista, le maniglie aptiche Yubi Navi di NTT DoCoMo sembrano assomigliare a quelle di un Wiimote, anche se senza il joystick e il pulsante, ovviamente. A un’ispezione più attenta, ha una funzione molto diversa, poiché questo gadget cilindrico e morbido sarà annidato nel tuo palmo mentre ti dirigi verso la tua destinazione usandolo, ovviamente. Lo Yubi Navi rimane un prototipo come al momento della stampa, dove intende funzionare sia come dispositivo di navigazione che come dispositivo di comunicazione che si baserà sul feedback tattile per trasmettere informazioni.

Viene rivestito con gomma bianca e, poiché condivide un fattore di forma con cui le persone hanno familiarità, l’adattamento ad esso non dovrebbe essere un problema. Yubi Navi può essere collegato a uno smartphone tramite Bluetooth, dove ci saranno piccoli attuatori all’interno dei quali ti permetteranno di ruotarlo a sinistra o a destra, oltre a permetterti di premere il leggero rigonfiamento che si trova proprio al centro.

Usandolo per la navigazione, si può arrivare a una destinazione con la richiesta all’utente di girare a destra oa sinistra e al tuo arrivo vibrerebbe. Il punto centrale di Yubi Navi è eliminare la necessità di continuare a fare riferimento a una mappa mostrata sul tuo smartphone, tablet o semplicemente una che è stata stampata in precedenza. In altre parole, ti concentri di più nel vedere il mondo intorno a te, che ne dici di questo? Uno dei punti principali dello sviluppo di Yubi Navi è risolvere il problema del camminare guardando il proprio smartphone.

Finora, non è stata ancora fissata una data di rilascio per Yubi Navi, e credo che dovrà passare attraverso un bel po’ di test prima che sia pronto per un lancio commerciale.

Leave a Reply