È tempo di dare un’occhiata all’ultimo round di voci sul rilascio del Samsung Galaxy S11 e alle caratteristiche della fotocamera previste. Come è successo con gli ultimi smartphone Samsung Galaxy S, i due punti di forza principali sono il display e le fotocamere posteriori. Con il Samsung Galaxy S11, siamo a un punto in cui il salto tra le generazioni sarà enorme, in un modo o nell’altro.

Solo le basi: Galaxy S11

Il Samsung Galaxy S11 sarà probabilmente rilasciato in due dimensioni, un Galaxy S11 standard, quindi un Galaxy S11 Plus. Entrambi avranno molto probabilmente accesso integrato alla connettività dati 5G. Entrambi avranno array di fotocamere frontali che appaiono attraverso i fori nei loro display altrimenti pieni. Entrambe le macchine manterranno i bordi “Infinity Display” (con display a cascata sui lati sinistro e destro) come hanno fatto negli ultimi anni.

I prezzi di lancio del Galaxy S11 e del Galaxy S11 Plus (o Galaxy S11+ se preferisci) saranno probabilmente abbastanza simili ai loro predecessori. Il Galaxy S10 al lancio costava $ 899 (128 GB) e $ 1149 (512 GB). Il Galaxy S11+ probabilmente espanderà il prezzo di oltre $ 1k raggiunto nel 2019 con prezzi come $ 999 (128 GB), $ 1249 (512 GB), $ 1599 (1 TB).

Secondo la nostra analisi, la data di rivelazione più probabile del Samsung Galaxy S11 è il 24 febbraio 2020. Il periodo di pre-ordine del Galaxy S11 andrà probabilmente dal 24 febbraio al 5 marzo 2019. Se queste due date sono accurate, la data di rilascio del Galaxy S11 sarà essere il 6 marzo 2019. Come tutte le altre cose quando abbiamo a che fare con fughe di notizie e consigli degli addetti ai lavori, tutto potrebbe cambiare nel momento in cui questo evento si verifica!

Tutto quello che sappiamo finora

Il Samsung Galaxy S11 “ha un’alta probabilità di utilizzare un nuovo sensore da 108 MP”, ha affermato il divulgatore sui social media dell’icona del gatto Universo di ghiaccio (alias 冰宇宙). Questa non è la prima volta che sentiamo che il Galaxy S11 utilizzerà un sensore della fotocamera così mostruoso. Lo stesso sensore da 108 megapixel è stato ribaltato alla fine di settembre insieme a un’area del sensore di impronte digitali più ampia e una fotocamera con zoom 5x.

Il Samsung Galaxy S11 e S11+ seguiranno probabilmente la loro configurazione all’inizio di quest’anno con il Galaxy S10 5G (più grande del Galaxy S10+! Ciò significherebbe le seguenti possibilità:

Probabile linea di display Samsung Galaxy per il 2020:
• S11e da 6,1 pollici
• S11 da 6,4 pollici
• Nota 11 6,5 pollici
• S11+ da 6,7 ​​pollici
• Nota 11+ 7,0 pollici

È molto probabile che la famiglia di dispositivi Galaxy S11 sfoggerà la prima tecnologia spettrometrica sul retro per il rilevamento visivo di oggetti. Questo è molto più interessante di quanto il “rilevamento visivo di oggetti” possa far sembrare – pensa se è più un Pokedex per ogni oggetto del mondo reale che è stato indicizzato – è più simile!

Un suggerimento di TheElec in Corea suggerisce che la famiglia Galaxy S11 e Samsung Galaxy S11+ produrrà il primo grande smartphone Samsung con un sensore ToF. ToF significa Time of Flight, ed è già presente in alcuni telefoni, ma niente di così importante come un Galaxy S. Quel sensore ToF probabilmente proverrà dal produttore Sunny Optical in Cina, lo stesso fornitore del sensore ToF nel Galaxy S10 5G . I fornitori della Corea del Sud Namuga e Partron hanno fornito sensori ToF al Galaxy Note 10+ e probabilmente forniranno anche il Samsung Galaxy S11 con tale sensore.

Le perdite di ottobre hanno mostrato come il Galaxy S11 sarà probabilmente un telefono relativamente alto e sottile. È molto simile a quanto rivelato con il Sony Xperia 1, un telefono davvero molto alto.

Samsung ha rivelato il suo prossimo sistema su chip Exynos con 5G proprio alla fine di ottobre. Una cosa è stata mostrata molto chiaramente: stanno spingendo 5G come funzionalità indispensabile da questo punto in avanti. Ora, se solo la velocità con cui si stava diffondendo lo spettro 5G soddisfacesse effettivamente le presunte aspettative delle persone che hanno ucciso la neutralità della rete nel giugno del 2018. Almeno i telefoni possono connettersi, giusto? Dovremo solo andare alla ricerca di frammenti di spettro 5G in natura, stile Mad Max e cose del genere.

Cronologia della storia

Leave a Reply