Le cose non vanno sempre come ci aspettiamo che vadano. Questo vale per Tom Bosley, il leggendario attore di Giorni felici tra gli altri spettacoli. Mentre è più noto per il suo lavoro nell’iconica sitcom come Howard Cunningham, ha accumulato un bel curriculum. Non era solo in TV in cui eccelleva, era anche un meraviglioso attore teatrale.

Tuttavia, con tutto ciò che ha detto, Bosley non pensava che sarebbe finito come attore. In effetti, quando è arrivato alla DePaul University, aveva come obiettivo quello di diventare un presentatore sportivo. Aveva prestato servizio nella Marina durante la seconda guerra mondiale e stava cercando di fare carriera alla fine degli anni ’40, all’inizio degli anni ’50 come talento televisivo.

Nel 1991, l’attore ha rivelato le sue intenzioni di carriera. Dopo aver visto l’intensa competizione nel mondo delle trasmissioni sportive, ha cambiato idea rapidamente. “Ho scoperto che la competizione per essere un presentatore sportivo era troppo difficile”, ha detto l’attore all’età di 63 anni.

“Pensavo che recitare fosse probabilmente un modo migliore per andare”, ha ammesso Bosley. Che scelta di carriera. Inoltre, potresti immaginare qualcuno ora, alzando le spalle e pensando: ‘Entrare nei media sportivi è troppo difficile, penso che andrò a Hollywood!’ Tuttavia, per qualcuno come Tom Bosley, la scelta è stata un gioco da ragazzi.

Infatti, mentre era a DePaul, Bosley ha fatto il suo debutto sul palco. In una produzione di La nostra città insieme ai Canterbury Players al Fine Arts Theatre, l’attore ha avuto il suo primo assaggio dei riflettori. Avrebbe continuato a lavorare di più in produzioni locali in Illinois.

Tom Bosley sul palco, ‘Happy Days’ e altro

A soli 12 anni dal suo debutto come studente universitario, Bosley ha continuato a recitare in Fiorello! Lo spettacolo è basato sulla storia di Fiorello H. La Guardia, interpretato da Bosley. L’ex sindaco di New York City ha avuto una bella carriera. Come repubblicano riformatore dal 1934 al 1945, il sindaco assunse la macchina politica che era Tammany Hall, guadagnandosi lodi e facendo di lui una leggenda politica.

Per il suo ruolo di Fiorello, Bosley ha guadagnato un sacco di consensi di critica. In effetti, ha vinto un Tony Award nel 1960 per il suo lavoro nel ruolo. Ha continuato a recitare in molti film negli anni ’60 guadagnandosi sempre più una reputazione. Il suo tempo come Howard Cunningham lo ha reso un nome familiare. Ha anche fatto apparizioni regolari su Omicidio, ha scritto nel ruolo dello sceriffo Amos Tupper.

L’attore sarebbe apparso in spot pubblicitari, di nuovo a Broadway, in numerosi film, spettacoli e altri media. Era un attore leggendario. Tom Bosley è morto nel 2010 all’età di 83 anni dopo una battaglia con un’infezione da stafilococco. Sarà ricordato per tutti i personaggi che ha interpretato e per l’intrattenimento che ha regalato ai fan durante la sua carriera.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *