Lime, azienda che fornisce scooter condivisi in molte comunità, ha rilasciato un fix per un bug che, in alcuni casi, provocava “frenate eccessive” che mandavano a terra i motociclisti. Secondo quanto riferito, il problema ha avuto un impatto solo su un numero molto limitato di motociclisti Lime, ma di conseguenza ci sono stati più casi di lesioni e una città della Nuova Zelanda ha recentemente sospeso gli scooter per problemi di sicurezza.

Gli scooter condivisi di Lime si trovano sui marciapiedi di alcune città, dove i motociclisti possono prenderne uno e sbloccarlo con un’app. Gli scooter sono offerti come una rapida alternativa alle auto, aiutando i motociclisti ad arrivare da qualche parte più velocemente che a piedi, ma senza il costo e il tempo necessari per ordinare un’auto.

Gli scooter elettrici hanno acceleratori e freni, l’ultimo dei quali ha riscontrato un bug che ha colpito “meno dello 0,0045%” degli utenti, secondo la società. Secondo Lime, alcuni dei motociclisti su scooter che hanno subito una “frenata eccessiva” sono stati feriti di conseguenza, la maggior parte di queste lesioni descritte come “urti e contusioni”. Rapporti altrove hanno anche riportato alcune lesioni gravi.

In “rare circostanze”, ha spiegato la società, i suoi scooter elettrici hanno subito “una frenata improvvisa e eccessiva” durante un giro. I test hanno rivelato che il problema si verificava spesso mentre lo scooter scendeva alla massima velocità o quando incontrava un ostacolo sulla strada, come una buca.

Il problema è stato causato da un bug del firmware corretto negli ultimi aggiornamenti inviati agli scooter elettrici Lime. Secondo la società, ognuno dei suoi scooter nel mercato della Nuova Zelanda, dove sono stati segnalati molti incidenti, sta ricevendo l’aggiornamento finale per risolverli. All’inizio di questo mese, Auckland, in Nuova Zelanda, ha sospeso temporaneamente gli scooter elettrici Lime per problemi di sicurezza relativi agli incidenti.

Cronologia della storia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *