Il bravo ragazzo della musica country Luke Bryan spesso indossa un sorriso ed esprime gratitudine per la sua carriera. Essendo una delle star di maggior successo del settore, ha molto di cui essere grato. Ma il cantante di “One Margarita” ha recentemente condiviso un lato più intimo della sua vita. In una recente intervista, ha parlato dei suoi fratelli defunti, ammettendo che la loro morte è motivo di ansia, anni dopo.

Nel 1996, Bryan ha perso suo fratello Chris in un incidente d’auto. All’epoca, Bryan era un promettente della musica country, in viaggio per Nashville quando ha subito la perdita del fratello maggiore. Solo 11 anni dopo, ha perso anche sua sorella, Kelly, inaspettatamente.

Come se la star della musica country non avesse subito abbastanza tragedie, Bryan ha perso anche suo cognato, il marito di sua sorella, sette anni dopo la morte di sua sorella.

“Quando inizi a parlare della perdita dei fratelli e anche della perdita di mio cognato – voglio dire, era mio fratello, era nella mia vita da quando avevo 7,8 anni – e l’esitazione è, oddio, provi quasi l’ansia di raccontare aspetti della tua vita che sono così tragici”, ha detto Bryan nell’intervista.

Inoltre, Bryan ha condiviso i sentimenti agrodolci di sapere che la sua famiglia è sinceramente orgogliosa di lui, ma non hanno mai visto il suo successo.

In una nuova serie di docu, il nativo della Georgia diventa più personale, sperando di entrare in contatto con i fan che hanno anche subito una grande tragedia. La serie “Luke Bryan: My Dirt Road Diary” è stata presentata in anteprima venerdì su IMDb TV, secondo l’intervista.

“Devo ricordare che ci sono persone là fuori che hanno attraversato cose simili alle mie”, ha detto. aiuterà alcune persone”, ha detto Bryan.

Luke Bryan e sua moglie si fanno avanti

Dopo la morte di sua sorella e del cognato, Luke Bryan e sua moglie Caroline hanno accolto i tre figli della coppia.

“Ovviamente i miei nipoti, non hanno chiesto questo”, BryantoldLE PERSONErivista nel 2015, poco dopo la morte di Lee. “La loro vita era fantastica prima che io e Caroline assumessimo un ruolo più importante, anche dopo aver perso la madre. Ora il mio obiettivo è cercare di fare il possibile per aiutarli”.

La transizione è stata qualcosa che Bryan ha detto non doveva sostituire un genitore, ma piuttosto essere una luce guida. In un momento che era certamente fragile, Bryan e sua moglie Caroline miravano a mantenere vivo il ricordo dei genitori dei bambini.

Inoltre, Bryan spera che la sua docu-serie sparga ricordi positivi su sua sorella e suo cognato. È ansioso di come reagiranno i bambini, ora adulti, ma riconosce l’importanza dei loro ricordi documentati.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *