Gli autori di malware generalmente tendono a prendere di mira Windows poiché è lì che si trova il maggior numero di potenziali vittime. Non c’è da stupirsi che gli utenti Mac siano rimasti al sicuro dai malware per molto tempo. Tuttavia, il malware per Mac sta diventando sempre più importante in questi giorni. Potresti voler tenere d’occhio il malware Mac Dok che viene indicato dai ricercatori di sicurezza come il primo trojan di “grande scala” per il sistema operativo desktop di Apple.

I ricercatori di Check Point hanno scoperto il malware Mac Dok che viene diffuso tramite e-mail di phishing. Le e-mail inducono gli utenti a scaricare file ZIP che, una volta avviati, consentono al malware di ottenere il controllo del sistema.

Gli aggressori possono quindi intercettare il traffico Internet della vittima e persino impersonare siti Web. Quando hanno finito, possono rimuovere il malware in remoto. Poiché si tratta di un malware basato su allegati, non infetterai il tuo sistema semplicemente aprendo l’e-mail. Devi scaricare l’allegato e decomprimerlo per aprire effettivamente la porta agli aggressori.

Quindi è ovvio che non dovresti scaricare file ZIP da fonti non attendibili in primo luogo. Il malware sembra anche fare affidamento su un certificato falso per aggirare la verifica Gatekeeper di Apple in modo da avere pieno accesso al dispositivo se qualcuno riceve il malware sul proprio Mac.

Dovresti fare molta attenzione a scaricare i file ZIP che ricevi nella tua casella di posta fino a quando Apple non corregge qualsiasi exploit che questo malware sta usando per iniettare il suo codice canaglia nel sistema.

Leave a Reply