Shutterstock

Un tempo si pensava al vino come a qualcosa che aveva una certa raffinatezza, e si pensava che i bevitori di vino fossero in qualche modo più “di classe” dei loro fratelli proletari bevitori di birra. Bene, due 21ns tropi del secolo si sono combinati per capovolgere completamente l’intero stereotipo: snob di birra hipster e mamme del vino. Ora la birra è qualcosa che si beve se si vuole pontificare all’infinito su IBU, sensazione in bocca e ale sessionabili e bla bla bla, mentre gli happy hour in tutto il paese sono pieni di gruppi di amiche ridacchianti che celebrano “il vino in punto”. Nel frattempo, all’interno di una grotta in Francia, l’ultimo degli enofili della vecchia scuola si nasconde, aspettando e sperando che l’intera cosa “rosa tutto il giorno” muoia…

Ok, questa è una specie di semplificazione eccessiva della cultura del vino. Ma non si può negare il fatto che le cose hanno decisamente cambiato le celebrità come Snoop Dogg e Post Malone, nessuno dei quali rientra nel vecchio stereotipo del “ragazzo del vino”, ha rilasciato i propri vini, e non solo il vino in scatola non è più guardato dall’alto in basso, ma il vino in lattina è una cosa, e per giunta piuttosto popolare. La maggior parte di noi sa che ormai, con il vino, va bene quasi di tutto. Nel caso in cui ti sentissi ancora vincolato da certe regole del vino obsolete, tuttavia, siamo qui per sfatare un po’ il mito così ti renderai conto, una volta per tutte, che qualsiasi modo ti piace di bere il tuo vino È il modo giusto .

I migliori vini sono costosi ed esclusivi

Uomo ricco che beve vinoShutterstock

C’è una percezione con il vino, come con tante altre cose, che più alto è il prezzo, maggiore è la qualità. Come sa chiunque abbia mai buttato giù $ 50+ per una bottiglia di qualcosa che aveva il sapore della feccia della delusione, non sempre ottieni quello per cui paghi. Certo, una bottiglia diChuck da due dollari o Gufo che fa l’occhiolino probabilmente non sarà il miglior vino che tu abbia mai assaggiato a meno che tu non sia appena uscito dalla fattoria (Fattoria di Boone, cioè), ma probabilmente potresti pagare molto di più per fare molto peggio.

Appassionato di vino osserva che elementi immateriali come l’immagine e il coinvolgimento delle celebrità possono aumentare il prezzo di un vino senza fare molto per la sua qualità, ma afferma che spesso i vini provenienti da aree non alla moda e le etichette meno conosciute possono offrire un gusto eccellente oltre che valore. I Malbec argentini, dicono, sono un acquisto economico particolarmente interessante per meno di $ 10. Inoltre, sorprendentemente, approvano alcuni dei vini prodotti da grandi aziende, affermando che questi non sono sempre mirati al minimo comun denominatore. I più grandi produttori, dopotutto, hanno tasche molto più profonde della maggior parte delle cantine boutique, quindi possono permettersi il talento vinicolo e tutte le attrezzature all’avanguardia per produrre vini davvero eccellenti.

Il vino ha bisogno di respirare

Decanter e bicchieri da vinoShutterstock –>

Il tuo vino respira? Meglio aprirlo velocemente per scoprirlo. Lo senti ansimare per l’aria? In caso contrario, c’è solo una cosa da fare per iniziare la respirazione bocca a bocca! (Inserisci il rimshot qui). Seriamente, però, non c’è davvero bisogno di versare il vino in un bicchiere di grandi dimensioni o in un decanter per dargli un po’ d’aria. Non ha polmoni, non ha bisogno di ossigeno per sopravvivere.

Secondo Cable Wine Systems, l’intera faccenda del respiro è iniziata quando i viticoltori di un tempo usavano lo zolfo come conservante e per aiutare ad accelerare il processo di invecchiamento. Dovresti quindi aprire il vino alcuni giorni (non minuti o addirittura ore) prima di berlo per far dissipare quella puzza di uovo marcio. Le moderne tecniche di vinificazione, oltre al fatto che il trasporto è ovviamente molto più veloce rispetto ai tempi del cavallo e del calesse, significa che non è necessario più zolfo puzzolente, quindi “aerare” il proprio vino è in realtà piuttosto inutile.

Solo i vini rossi invecchiano bene

Sommelier annusando vino bianco in cantinaShutterstock

I vini rossi, così racconta la storia, hanno qualcosa che noi semplici esseri umani possiamo solo sognare… si dice che diventino molto più desiderabili man mano che invecchiano. I vini bianchi, più facilmente, sono considerati over-the-hill praticamente in un batter d’occhio. Appassionato di vino, tuttavia, offre la sorprendente informazione che ci sono anche alcuni vini bianchi che in realtà migliorano con l’età, proprio come celebrità ben conservate che hanno il tempo e la fortuna da dedicare alla ricerca dell’eterna giovinezza. Alcuni vini bianchi secchi, così come Sauternes, Riesling tedeschi e champagne d’annata (un vino che può sicuramente permettersi il proprio personal trainer) possono invecchiare con la grazia di qualsiasi vino rosso.

Cable Wine Systems, tuttavia, sottolinea che con la maggior parte dei vini comuni, rossi e bianchi, l’invecchiamento in realtà non favorisce. (Benvenuti nel nostro mondo, i vini.) Dicono che i vini vengono invecchiati prima di essere messi in vendita, e che non miglioreranno più a lungo potranno stare seduti.

Dovresti sempre ordinare la seconda bottiglia di vino più economica

Carta dei vini, bicchiere e cavatappiDavid Silverman/Getty Images –>

Una voce che circola da anni è che la migliore bottiglia di vino da ordinare in un ristorante sia la seconda più economica del menu. In questo modo, non sembri un tirchio per aver scelto quello più economico, ma non sei nemmeno un cretino che viene derubato sborsando cento dollari per un vino da 10 dollari. Bene, come ha detto l’esperto di vino Oz Clarke Mel, non c’è bisogno di evitare la bottiglia più economica, almeno non se stai cenando in un ristorante decente. Tutto sulla carta dei vini sarà buono, quindi anche il più economico “non proverrà da un produttore di vino schifoso, verrà solo da un posto meno popolare o alla moda”. In effetti, la bottiglia con il prezzo più basso potrebbe non essere nemmeno il vino più economico che offrono, dal momento che sembra che i ristoranti siano ora su questa seconda bottiglia a prezzo più basso e stiano aumentando di conseguenza i prezzi di questi vini.

Clarke consiglia di ordinare un bicchiere e non una bottiglia se non si conosce il vino. Se non ti piace, in questo modo non sei fuori un sacco di soldi e non devi costringerti a buttare giù diversi bicchieri di qualcosa di brutto. Un bicchiere, probabilmente puoi tapparti il ​​naso (in senso figurato, a meno che tu non sia veramente DNGAF) e buttarlo giù. Inoltre, se decidi che ti piace, puoi sempre ordinare un altro bicchiere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *