Gli sviluppatori di app iOS non dovrebbero aspettarsi l’accesso all’hardware NFC in iPhone 6 e iPhone 6 Plus in tempi brevi, con Apple che ha ancora intenzione di tenere sotto controllo il sistema wireless a corto raggio che è così parte integrante di Apple Pay. L’inclusione di un chip di comunicazione near-field nell’ultimo duo di iPhone ha portato alcuni a prevedere un facile abbinamento in stile Android con accessori, iper-localizzazione nelle app e altre applicazioni come abbiamo visto proliferare intorno alla piattaforma di Google, ma secondo il prodotto iPhone Marketing VP Greg “Joz” Joswiak, non dovresti trattenere il respiro.

Apple utilizza il chip NFC per trasformare l’iPhone 6 in un sistema di pagamento mobile, comunicando con terminali POS compatibili in negozi come Macy’s e McDonald’s.

Sebbene Google Wallet faccia qualcosa di simile, anche i chip NFC nelle app Android sono esposti a sviluppatori di terze parti. Secondo Joswiak, parlando oggi alla conferenza Code/Mobile, Apple vede la sua stretta presa sull’NFC come un vantaggio.

“Penso che se c’è una parola che ascolterai – forse una manciata che ascolterai – durante i nostri ultimi diciassette anni circa, è focus”, ha detto il dirigente di Apple quando gli è stato chiesto di aprire NFC. “E certamente l’NFC è una delle cose che abbiamo visto molto lontano, e il nostro focus è su Apple Pay”.

iPhone NFC

iPhone NFC

“Abbiamo una lunga strada da percorrere con Apple Pay”, ha sottolineato Joswiak, “e abbiamo ancora molto da fare per prima cosa.”

Sebbene l’accesso di terze parti sembri improbabile, ciò non vuol dire che Apple stessa non abbia ambizioni più ampie per l’NFC. Tuttavia, qualsiasi applicazione apparentemente rientrerà nell’ombrello di Apple Pay.

Ad esempio, recenti fughe di notizie hanno suggerito che Apple sia in trattativa con specialisti della sicurezza degli edifici e dell’identificazione dei trasporti pubblici, con l’obiettivo finale di abbonamenti per uffici e biglietti del treno inclusi nel libretto di iOS. Un’altra possibilità è uno schema di carte fedeltà strettamente integrato.

Mantenere quel grado di controllo non è solo tipico di Apple, ma non sembra nemmeno arrecare alcun danno all’azienda. Parlando questa settimana, il CEO Tim Cook ha confermato che nel giro di una settimana Apple Pay è cresciuto fino a diventare il più grande dei servizi di portafoglio digitale negli Stati Uniti.

Cronologia della storia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *