Punti chiave

  • Clubhouse è un’app solo su invito per drop-in, chat audio dal vivo, come una tavola rotonda online.
  • È l’unico social network solo audio.
  • Altri social network sono preoccupati perché l’ascolto toglie tempo che di solito sprecheresti su di loro.

Clubhouse è ancora solo su invito e ancora disponibile solo su iPhone, eppure Twitter, Facebook, Spotify, Instagram, persino LinkedIn, stanno impazzendo nel tentativo di copiarlo.

Clubhouse è l’unico social network solo audio. Molti lo paragonano al podcasting, ma questo è fuori luogo. È più come lasciare la radio accesa in sottofondo; solo tu puoi parlare se vuoi. E questo formato senza mani, occhi spenti e sempre attivo ha preoccupato seriamente gli altri social network.

“Se stai ascoltando una chat su Clubhouse, molto probabilmente non stai guardando le storie di Instagram, scorrendo TikToks o ascoltando un podcast su Spotify”, ha detto a Lifewire l’economista tecnico e consulente Will Stewart via e-mail.

“Clubhouse ha mostrato la capacità di catturare parti significative della propria attenzione lontano da altre piattaforme durante le prime ore dello schermo”.

Cos’è la Clubhouse?

Clubhouse è semplice. Un utente crea una chat room e altri possono partecipare. Un relatore sale sul palco virtuale e un moderatore può consentire agli altri di parlare dopo aver alzato virtualmente la mano.

Le stanze possono essere aperte o solo su invito e la partecipazione è facoltativa. Puoi semplicemente ascoltare. In questo momento, Clubhouse richiede ancora un invito per iscriversi.

Thomas Barwick / Getty Images

Le chat non vengono salvate, ma in qualche modo lo sono. Per motivi di moderazione e per controllare le cose in seguito se una chat diventa brutta, le discussioni vengono registrate. Ma queste registrazioni non sono disponibili per gli utenti e presumibilmente vengono eliminate dopo poco tempo.

Naturalmente, qualsiasi ascoltatore potrebbe facilmente registrare il flusso audio e pubblicarlo altrove. In effetti, è successo con una chiacchierata sulle storie di Steve Jobs.

Clubhouse non è una piattaforma di podcasting, nonostante questa affermazione sia stata fatta ripetutamente. (Ho pubblicato una richiesta pubblica di commento e molti intervistati hanno inserito la clubhouse nella categoria podcast.)

Un podcast è uno spettacolo audio preregistrato, solitamente modificato che puoi ascoltare in qualsiasi momento. Una chat della Clubhouse è una chat o una presentazione dal vivo, una tantum, senza modifiche e tutta la confusione dell’audio dal vivo.

Tuttavia, Clubhouse rappresenta ancora una minaccia per i podcast perché non puoi ascoltare nient’altro se stai ascoltando Clubhouse.

Perché la Clubhouse è così calda in questo momento?

I social media richiedono coinvolgimento. Se non stai sfogliando le foto su Instagram o leggendo della masterizzazione di antenne 5G su Facebook, non stai guardando annunci pubblicitari e la tua attività non viene monitorata e analizzata.

“Dato che è letteralmente basato su persone che chattano, è probabilmente il social media più ‘social’. Sembra più autentico e spontaneo.”

Ogni volta che una nuova piattaforma di social media diventa popolare, viene copiata o acquistata. Instagram ha imitato TikTok con Reels, Facebook ha acquistato WhatsApp e così via.

La clubhouse è una minaccia particolarmente sgradevole perché non devi leggerla o guardarla. Spotify è preoccupato perché la programmazione audio è una concorrenza diretta, ma Twitter e Facebook potrebbero essere ancora più minacciati.

“Clubhouse è l’unica piattaforma in cui puoi partecipare senza guardare lo schermo. Tutte le altre piattaforme di social media richiedono che tu guardi lo schermo o il telefono”, ha detto a Lifewire il podcaster e fondatore di NoDegree Jonaed Iqbal via e-mail.

“Per Clubhouse, puoi distogliere lo sguardo e fare altre cose mentre sei ancora coinvolto nella piattaforma.”

Perché agli utenti piace la Clubhouse?

La forza di Clubhouse è che può farti compagnia. Alcune persone accendono la TV o la radio come sottofondo. Clubhouse è quello, solo con materie più specializzate.

Puoi sintonizzarti e lasciarlo andare alla deriva. È un piacevole diversivo in qualsiasi momento, ma in questo momento un po’ di compagnia è particolarmente gradita.

“Perché in assenza di “blocchi” informali, eventi di rete e simili (essenzialmente spazzati via dalla pandemia), app come questa possono riempire il vuoto”, ha detto a Lifewire Scott Simonelli, CEO della piattaforma di intelligenza audio Veritonic. .

Westend61 / Getty Images

Le voci sono molto più sfumate e personali della parola scritta, e parlare è qualcosa per cui siamo programmati.

“Dato che è letteralmente basato su persone che chattano, è probabilmente il social media più ‘social’. Sembra più autentico e spontaneo”, afferma Simonelli.

Zoia Kozakov di Women in Innovation è d’accordo. “Direi che la corsa all’oro è in realtà più un sottoprodotto della fatica dello zoom che il mondo sta vivendo collettivamente”, ha detto Zoia a Lifewire via e-mail. “Clubhouse consente la socializzazione senza dover essere ‘acceso'”.

La combinazione di hands-off, ascolto in background, partecipazione facoltativa e il fatto che l’ascolto “ruba” tempo agli altri social network ha reso Clubhouse hot, hot, hot. Sopravviverà o gli hangout audio diventeranno solo un’altra caratteristica dei soliti network?

Alla fine, potrebbe dipendere dal carattere delle conversazioni sui diversi social network. Proprio come potresti andare su Twitter per le notizie, Facebook per la famiglia e la disinformazione e LinkedIn quando vieni licenziato, forse le persone andranno a Clubhouse quando vogliono uno sfondo audio amatoriale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *