La ricarica superveloce è una delle cose più calde tra i produttori di smartphone in questi giorni ma, per il più lungo tempo in assoluto, l’unico a offrire una tale tecnologia è stato Qualcomm. In questi giorni, la ricarica rapida del produttore di chip è stata ampiamente superata da prodotti come SuperVOOC di OPPO o persino Warp Charge di OnePlus, ma questi sono spesso riservati solo a telefoni più costosi e di fascia alta. Qualcomm sta ora rassicurando i clienti e gli utenti delle sue piattaforme “di fascia media” sul fatto che anche loro trarranno vantaggi dalla ricarica rapida grazie a Quick Charge 3+.

Quick Charge di Qualcomm, che ora è alla versione 4+, ha avuto problemi a tenere il passo con i suoi più grandi rivali in questo particolare campo. Ad essere onesti, artisti del calibro di OPPO, Huawei e OnePlus hanno solo i propri telefoni a cui pensare e testare. Qualcomm Quick Charge, d’altra parte, deve tenere conto di tutti i produttori di hardware, indipendentemente dal marchio.

Quick Charge 3+ è il modo di Qualcomm di estendere tale copertura ad altri livelli, non solo a quelli costosi. In particolare, sta iniziando con lo Snapdragon 765 e il suo gemello 765G orientato al gioco, con promesse di un lancio più ampio sui nuovi Snapdragon in futuro. Ciò significa, purtroppo, che gli Snapdragon 600 e persino le serie 700 esistenti non saranno coperti.

Non è sorprendente considerando i circuiti e l’hardware aggiuntivi necessari per supportare questo tipo di processo di ricarica rapida. La buona notizia, d’altra parte, è che Qualcomm mira a supportare le vecchie e semplici connessioni da USB-A a USB-C, il che significa che dovrebbe funzionare anche se non si dispone di un cavo da USB-C a USB-C o di un Presa di alimentazione USB-C.

Qualcomm Quick Charge 3+ è pubblicizzato per caricare dallo 0 al 50% in soli 15 minuti, ma è anche compatibile con l’attuale Quick Charge 4+ già utilizzato nei dispositivi di fascia alta. Il primo telefono disponibile in commercio a utilizzare questa nuova tecnologia è lo Xiaomi Mi 10 Lite Zoom annunciato di recente, ma Qualcomm deve ancora chiarire se anche altri telefoni esistenti che utilizzano lo Snapdragon 765 possono accedere a questa funzionalità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *