Quando usi il tuo computer, vedi ogni file come una singola unità di informazioni, ma non è così che il tuo computer lo tratta. Ogni file è in realtà un amalgama di segmenti che il computer mette insieme su richiesta.

Il processo di ripristino dei segmenti di file in uno stato più centralizzato si chiama deframmentazione ed è qualcosa che puoi e dovresti eseguire periodicamente sul tuo computer. La domanda per molte persone è “Quanto spesso?”

Le informazioni in questo articolo si applicano a Windows 10, Windows 8 e Windows 7.

Perché dovresti deframmentare il tuo computer

Man mano che utilizzi il computer nel tempo, le parti del file vengono sparse sul disco rigido. Quando la dispersione si diffonde, il computer impiega più tempo a raccogliere i bit giusti per mettere insieme i file. Questo processo rallenta la reattività del sistema. Ciò può causare errori di programma. Un errore comune in Photoshop, l’errore Scratch Disk Full, può essere corretto con una semplice deframmentazione.

Il termine “deframmentazione” è spesso abbreviato in “deframmentazione”.

Deframmenta almeno una volta al mese

Se sei un utente normale (nel senso che usi il tuo computer per navigare occasionalmente sul Web, e-mail, giochi e simili), la deframmentazione una volta al mese dovrebbe andare bene. Se sei un utente assiduo, nel senso che usi il PC otto ore al giorno per lavoro, dovresti farlo più spesso, circa una volta ogni due settimane. Inoltre, se il tuo computer funziona lentamente, prendi in considerazione la deframmentazione, poiché la frammentazione potrebbe essere la causa del funzionamento più lento.

Come regola generale, ogni volta che il tuo disco è frammentato per più del 10%, dovresti deframmentarlo.

In Windows 10, Windows 8 e Windows 7, puoi programmare che la deframmentazione avvenga con la frequenza necessaria. Controlla all’interno del programma desktop di deframmentazione per vedere come e quando è programmato per l’esecuzione e quindi regolati di conseguenza.

Deframmentazione e SSD

Mentre la deframmentazione aiuta a mantenere un disco rigido in perfetta forma, non aiuta le unità a stato solido (SSD). La buona notizia è che se hai Windows 10, Windows 8 o Windows 7, il sistema operativo può identificare quando hai un SSD e non eseguirà la tradizionale operazione di deframmentazione. Invece, potrebbe eseguire qualcosa chiamato “ottimizzazione” per migliorare le prestazioni dell’SSD.

Deframmenta il disco rigido di Windows 10 per le migliori prestazioni

Leave a Reply